Home Notizie Alpeggi, importanti contributi per Parre e Premolo

Alpeggi, importanti contributi per Parre e Premolo

Prendono slancio i progetti per la valorizzazione degli alpeggi della Val Dossana: il Comune di Parre ha conquistato la prima posizione nella classifica del bando regionale del PSR (Piano di Sviluppo Rurale) relativo alla Tutela e Valorizzazione dei Comprensori Malghivi; quinto Premolo. In arrivo dalla Regione in totale ci sono circa 350.000 euro (217.530 euro per il primo classificato, 131.000 per il Comune vicino).

«Essere arrivati a livello regionale in questi posizioni ci riempie di orgoglio – afferma l’assessore del Comune di Parre Omar Rodigari -, premia gli sforzi di amministrazioni, aziende agricole, Parco delle Orobie e degli altri partner che contribuiranno alla realizzazione di questo grande progetto». Le iniziative di Parre e Premolo rientrano in un progetto più ampio denominato “ValOrobie, alpeggi da vivere!”.

Per Parre nel complesso si prevede un investimento di 241.000 euro (circa 300.000 considerando l’Iva). Saranno interessati gli alpeggi Vaccaro, Forcella e Fop. In particolare si prevedono interventi di riqualificazione infrastrutturale, la sistemazione di strade agro silvo pastorali, approvvigionamenti idrici, l’investimento sulla produzione di energia da fonti rinnovabili (fotovoltaico), efficientamento energetico e la sistemazione delle pozze per l’abbeverata (tenendo in considerazione la tutela della biodiversità).

Alpeggio Vaccaro

«Questo è un ottimo risultato – spiega il sindaco di Premolo Omar Seghezzi -, frutto del grande lavoro e della collaborazione di tutta l’amministrazione, in particolare di Marcello Seghezzi, del responsabile dell’Ufficio Tecnico Giuliano Trivella e dei professionisti che ci hanno supportato nell’iter procedurale».

A Premolo saranno interessati gli alpeggi Belloro, Vall’Acqua, Camplano e Valmora. Si prevedono interventi per il miglioramento della viabilità e alle pozze di abbeverata. Per la baita di Camplano si potenzierà la dotazione di acqua. In quest’ultimo alpeggio e a Valmora le dotazioni per la caseificazione. Per Premolo il contributo ammonta a circa 131.000 euro, su un finanziabile di 145.000 (e un costo complessivo di circa 200.000 euro considerando l’Iva).

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here