Home Notizie Albino, i “Ragazzi attivi” con Greta Thunberg: «Natura bene unico»

Albino, i “Ragazzi attivi” con Greta Thunberg: «Natura bene unico»

Anche quest’anno l’Amministrazione comunale di Albino ha promosso il progetto “Ragazzi Attivi”. Lo scopo è coinvolgere e stimolare la partecipazione civica dei ragazzi che frequentano le quinte delle scuole primarie.

Il progetto è aperto, non vi sono elezioni (diversamente da come avveniva con il Consiglio comunale dei ragazzi); chi manifesta la volontà di partecipare diventa membro effettivo. Quest’anno “Ragazzi Attivi” ha raccolto ben 32 adesioni.

«Sin da subito si è generato un senso di unione tra i ragazzi che ha reso avvincente ed entusiasmante questo percorso di crescita collettiva. Da rimarcare le finalità del progetto con la possibilità di far avvicinare i ragazzi di Albino all’amministrazione pubblica, coltivare senso civico che si tramuti in azioni virtuose e per gli amministratori recepire le istanze che le nuove generazioni maturano», sottolineano i due coordinatori: il presidente del Consiglio comunale Fabio Ghirardi e l’assessora all’istruzione Emanuela Testa.

Gli incontri sono iniziati ad ottobre. Ci sono stati appuntamenti con il sindaco, la Polizia locale, la Protezione civile, ma anche con la società che si occupa del servizio mensa, i Castanicoltori del Misma e una visita al deposito della Teb. Nella serata del 14 marzo i ragazzi hanno incontrato il Consiglio comunale illustrando le tappe sin qui svolte all’interno del progetto.

«È stato un momento di dialogo e di crescita, i ragazzi hanno potuto scoprire i meccanismi del Consiglio comunale, i consiglieri hanno potuto interfacciarsi con i Ragazzi Attivi di Albino – aggiungono Ghirardi e Testa -. Durante la seduta si è parlato di territorio ed ambiente, ripercorrendo il percorso di Greta Thunberg, la quindicenne svedese attivista per l’ambiente».

I ragazzi hanno anche consegnato una pergamena al sindaco Fabio Terzi chiedendo che venga esposta all’interno della sala consiliare del Comune di Albino. Sulla pergamena si legge: «I Ragazzi Attivi 2018/2019 ritengono che la natura sia un bene unico da preservare grazie alla quale l’uomo e ogni altro essere vivente trovano le risorse necessarie per vivere, come: l’acqua, l’aria da respirare e il cibo da mangiare, per questo motivo chiedono alla Città di Albino e al mondo degli adulti di impegnarsi ogni giorno ad agire con fatti concreti e con sensibilità per proteggere l’ambiente, la vita e il futuro nostro e di tutti gli esseri viventi».

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here