Home Notizie Elezioni Valbondione, la lista di Romina Riccardi ha già le deleghe

Elezioni Valbondione, la lista di Romina Riccardi ha già le deleghe

Il simbolo della lista

La lista civica “Valbondione c’è, per la valle con le valli”, in corsa alle prossime elezioni amministrative, ha ufficializzato i nomi di tutti i suoi candidati. Sono già state definite anche le deleghe di ciascuno in caso di elezione.

La candidata sindaca, come già annunciato da tempo, sarà Romina Riccardi, attuale capogruppo di minoranza in Consiglio comunale. I candidati consiglieri saranno dieci (tra parentesi le deleghe): Alessandra Albricci (Scuola), Michele Chiereghin (Seconde case), Dario Morandi (Sport e Ambiente), Thomas Morandi (Associazioni), Alessia Moraschini (assessore al Turismo e alla Cultura), Maurizio Piffari (Opere pubbliche di Lizzola, Montagna e Rifugi),  Pierluigi Paloschi (assessore al Sociale), Vittorio Rodigari (Lavori pubblici), Daniel Semperboni (Politiche giovanili), Walter Semperboni (vicesindaco con delega agli Enti sovracomunali). Romina Riccardi terrà invece per sé la delega al Bilancio.

Romina Riccardi

La candidata sindaca spiega così la scelta inconsueta di definire e rendere pubbliche le deleghe prima delle elezioni: «Da cinque mesi stiamo lavorando insieme. In questo periodo sono emersi caratteri e attitudini di tutti i candidati. Nel momento in cui abbiamo iniziato a stendere il programma elettorale, ho proposto di stabilire i compiti che pensavo di affidare ad ognuno di loro. La scelta poi di rendere pubbliche le deleghe si attiene al nostro proposito di voler cambiare il modo di fare politica nei nostri paesi. Siamo sempre stati per la trasparenza e comunicare le deleghe prima del voto è secondo noi segno di massima trasparenza, oltre che di rispetto e serietà verso gli elettori».

Il gruppo aspetta ora di sapere se ci sarà anche una lista in continuità con l’attuale maggioranza oppure se la sua corsa sarà solitaria. In questo caso l’unico avversario sarà il quorum (dovrà votare il 50% più uno degli elettori).

18 COMMENTI

  1. Non ho cabito bene il logo/simbolo di questa lista, qualcuno é in grado di spiegarmelo? E poi, se la lista sarà unica tipo a Valgoglio, hanno praticamente gia vinto se il quorum venisse raggiunto giusto?

  2. a mè sembra una mano che scaturisce dalla montagna per dare ospitalità aiuto a coloro che ne hanno bisogno.
    probabilmente visto che li hanno ospitato dei migranti ne vorranno accogliere altri per dar loro aiuto come giá successo in passato.

  3. Questa é come quella del ponte sullo stretto di Messina. Uguale uguale!
    Daltrode cosa aspettarsi da chi gira con sul collo tatuata una m iniziale di mussolino…

    • Visto che oggi piove e ho tempo per rispondere ad entità non meglio definite,
      le dico molto educatamente di mostrarsi con nome e cognome,
      altrimenti è chiaro a tutti che lei come le sui idee e commenti siate farlocchi..
      Tralasci commenti fanciulleschi,
      già troppi impavidi leoni da tastiera esistono nei Nostri Paesi,e se le da tanto fastidio la M di Mussolini tatuata sul mio collo,
      venga lei a smacchiarla,magari stile Bersani…
      Ad MAIORA carissimo compagno

      • Già da parecchio piove “caro” camerata Walter, ed é proprio quando piove che le Trote dei nostri fiumi abboccano meglio.
        Per quanto riguarda la m di mussolino contento tu… ma non pensare che tutti gli altri ne siano contenti, fino a prova contraria la nostra Repubblica é ancora fondata sull’antifascismo! E mi sa che questo durera ancora parecchio malgrado tutto.

  4. Alla tua età ancora con i tatuaggi caro camerata walter…..
    Il tempo delle mele è passato da parecchio assai, su da brava persona adulta, dai ce la puoi fare.

  5. La nostra Costituzione, entrata in vigore il 1° gennaio del 1948, raccoglie l’eredità dei principi su cui si è fondata la Resistenza e rigetta l’ideologia del Ventennio fascista quando nella XII disposizione transitoria e finale dispone:
    “È vietata la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista”.
    In attuazione della norma costituzionale, nel giugno del 1952 è stata emanata la Legge Scelba (modificata con legge n°152 del 22 maggio 1975) che all’articolo 1 stabilisce che si ha riorganizzazione del disciolto partito fascista quando un’associazione o un movimento, le cui azioni sono volte alla soppressione delle libertà costituzionali, usano la violenza come metodo di lotta e si servono di slogan razzisti, denigrando i valori della Resistenza.
    E se non erro il Sindaco, dovrebbe giurare sulla Costituzione vero?

    • Non erra, io non sono candidato a Sindaco e non devo giurare su nulla, tantomeno voglio ricostruire il disciolto Pnf..
      Ritengo il Ventennio nel bene e nel male una parte importante della Storia Italiana..
      Tanto meno sono razzista ed ho rispetto di qualsiasi persona,e non “giudico” nessuna persona per il colore o la condizione sociale.
      Sono innamorato della politica e faccio volontariato(raccolto 5000 euro per i Fratelli terremotati di Tolentino)e sono donatore Avis.
      Potrei anche commentare e darmi ragione mettendo un altro nome,
      ma ho la pessima abitudine di mostrarmi con i tanti difetti ed i pochi pregi che ho…
      Buona serata a tutti

      • Hai dimenticato di citare anche il tuo amore per i cani.
        Ricordo benissimo di quando a Clusone (se non sbaglio alla prima marcia canina) accompagnasti insieme con il suo cagnolone l’assessora regionale di fratelli e sorelle d’Italia…

  6. Mi affianco all’intervento di Tom, chiedendo alla candidata sindaca se le siano occorsi cinque mesi di “lavoro insieme” per fare emergere le “attitudini” di un compagno di squadra che porta la M di Mussolini tatuata sul collo … In nome della trasparenza, potrebbe dirci quali sono le “attitudini”del suo candidato vicesindaco? Da quella “M” non direi che siano tali da potersi impegnarsi per un futuro della nostra Valle che sia trasparente, rispettoso e serio …. O forse rispettoso come furono Mussolini e i suoi, che mandarono allo sbaraglio i nostri alpini sul fronte russo, senza adeguati armamenti e senza protezioni adatte??? Mai sentito parlare dai nostri vecchi degli “scarponi di cartone” nella ritirata di Rissia, in una guerra scatenata da Hitler e dal suo socio Mussolini ??? I soldati di allora non ebbero la possibilità di scegliere, come noi invece oggi l’abbiamo di votare. Certi simboli andrebbero usati sapendo di cosa si parla: oppure ci si mette su quello stesso piano, e allora la cosa fa ben più paura che a molti gli immigrati oggi. Non dovrebbero avere spazio nei nostri pensieri se non per rifiutarli e convincerci a impegnarci per la democrazia, anche se è un progetto impegnativo, ancora lontano dall’essere realizzato secondo ciò che è scritto nella nostra Costituzione.

  7. no da quanto ho letto qui oggi penso proprio che mia interpretazione del simbolo nuova lista di Valbondione sia errato e mene scuso. ora ho capito.

  8. Se lei non scrivesse senza conoscere le persone e dando tutto per scontato,
    forse saprebbe che il sottoscritto ha avuto un pro zio morto nella ritirata di Russia…
    Ecco questa è una pagina assieme alle leggi razziali che io aborro del Fascismo.
    Continuerò la conversazione,con chi avrà l’intelligenza di farsi conoscere.

  9. Giusto finiamola qui é meglio, i controsensi scritti nei suoi commenti iniziano ad essere troppi.
    Purtroppo però resta il fatto di quei post pubblicati su Facebook in cui lei inneggiava un alto gerarca nazista, senza dimenticare la M tatuata di cui lei si vanta.
    Difficile dimenticarli!

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here