Home Notizie Albino, quattro incontri per andare oltre le razze

Albino, quattro incontri per andare oltre le razze

C’è il tema della razza al centro al centro della nuova edizione di Ripamondo, ciclo di conferenze promosso ad Albino dall’associazione Diaforà per riflettere sul tema delle migrazioni.

«Scienza, testimonianze biografiche e prodotti artistici sono gli strumenti con cui quest’anno Ripamondo esplorerà la complessità del fenomeno migratorio – commenta Alessandra Pozzi, presidente di Diaforà – . Ancora una volta abbiamo scelto di affrontare un tema che sta all’incrocio tra emergenze contingenti e antiche pratiche. Quel che oggi ci preoccupa, e che da più parti viene presentato come un flagello recente, è stato alla base dell’evoluzione della nostra specie. Sappiamo bene che noi Sapiens abbiamo vinto alla roulette evolutiva anche grazie alla nostra capacità di “migrare”. Occorre ascoltare la voce di chi ha le carte in regola per dire onestamente e scientificamente come stanno le cose, e il grido di chi, arrivando da altre storie di vita, può dare testimonianza della necessità e della ricchezza delle differenze».

Primo appuntamento di questa edizione 2019 di Ripamondo sarà martedì 14 maggio alle 20,30 presso il Nuovo Cineteatro di Albino, con la visione del film “Dall’altra parte” del regista croato Zrinko Ogresta. Uno spaccato drammatico di una società, quella dell’ex Jugoslavia, insanguinata negli anni Novanta da un conflitto che non può essere rimosso dalle coscienze.

«Questo è un film sul perdono, e sul riuscire a perdonare senza ferire gli altri. Ho cercato di adottare un atteggiamento umanitario, che credo che tutti noi che viviamo qui nei Balcani dovremmo adottare, se abbiamo intenzione di continuare a vivere come vicini di casa. Ma parla anche di complessità umana, di tutti gli strati della personalità che sono complicati e si sovrappongono», ha detto il regista. La visione del film sarà accompagnata dal commento di Gianpiero Forlani, filosofo, insegnante e formatore sui temi del dialogo interculturale, della non violenza, degli stili di vita e dell’eco-sofia.

Il secondo incontro – martedì 21 maggio alle 20,30 al Convento della Ripa di Albino – svilupperà il tema “Quando non c’erano le razze”, relatore Jovica Momcilovic. Una settimana dopo, stessa ora e stesso posto, appuntamento dal titolo “La differenza all’opera” con Jovica Momcilovic, Sophie Hames, Luigi Cortinovis, Ali Diarra, Marie Anicet, Eyenga Nkou, Demba Kanteh, Demba Simaga, Mor Ndiaye. Infine, venerdì 7 giugno alle 20,30 all’Auditorium “Cuminetti” di Albino, l’ultimo incontro: “Scienza, bufale e razze”, relatori Carlo Alberto Redi e Manuela Monti.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here