Home Notizie Val Gandino, mezzo secolo di francobolli con il Gruppo filatelico

Val Gandino, mezzo secolo di francobolli con il Gruppo filatelico

Celebra 50 anni di attività, il Gruppo Filatelico Valgandino . Un anniversario impreziosito da sei francobolli, quattro annulli straordinari e una mostra.

A Gandino, nella Sala Ferrari di Piazza Vittorio Veneto, a partire da oggi (giovedì 4 luglio, inaugurazione alle 17,30) è allestita un’esposizione che ripercorre la storia postale del borgo seriano, fra i pochissimi a disporre di uno Sportello filatelico (gli altri sono a Bergamo, Lovere, Treviglio e Zogno). 

Inoltre, per sottolineare l’importanza dei 50 anni di attività, il Gruppo presieduto da Leonardo Spampatti ha predisposto diverse altre iniziative. Innanzitutto, grazie alla collaborazione con alcune amministrazioni postali, sono stati emessi francobolli “gandinesi” aventi normale valore legale in Liechtenstein (tre valori dedicati a Giovan Battista Moroni), Francia, Brasile e Portogallo (un valore per ciascuno Stato legato alla storia gandinese). Poste Italiane emetterà invece quattro annulli speciali, dedicati alla tela del Moroni che dalla Carrara torna in questi giorni a Gandino, al 60° anniversario di rifondazione del Civico Corpo Musicale di Gandino e, naturalmente, al 50° di fondazione del Gruppo Filatelico Valgandino (due annulli).

«Uno dei due soggetti – spiega Spampatti – riproduce lo stemma della Val Gandino “Omnes in unum” presente sul Salone della Valle di Piazza Vittorio Veneto. L’altro è invece una vera e propria chicca per appassionati, in quanto riporta a Gandino un “Lov”.  Dal Giugno del 1851 le Poste utilizzarono il nuovo bollo annullatore tondo a Linee verticali e orizzontali (Lov) in sostituzione del precedente annullo stampatello diritto perché, con l’avvento dei francobolli, il precedente non sembrava più idoneo. Questo fu quindi il primo annullo di Gandino pensato per  i neonati francobolli. Il francobollo fece la sua prima comparsa in Italia il 1º giugno del 1850, quando il Regno Lombardo-Veneto emise la sua prima serie denominata “Aquila Bicipite”. Per il 50° di fondazione del Gruppo Filatelico Valgandino ritorna anche se per un giorno un annullo “Lov-e” che rappresenta la passione della nostro Gruppo per la filatelia». 

Il Gruppo Filatelico Valgandino nacque a Gandino il 17 giugno 1969. Come ebbe ad affermare il primo presidente Giuseppe Bombardieri nella prima assemblea ordinaria del 1970 «noi che siamo lontani dai centri filatelici abbiamo ideato di formare questa comunità perché ognuno possa essere aiutato. Dobbiamo trovarci sovente, dobbiamo scambiarci francobolli e consigli». 

Il 50° di fondazione è il sigillo ad una storia importante, affrancata con la passione e con ben 30 annulli speciali, fra i quali primo quello dedicato nel 1979 al pittore Ponziano Loverini. Nel 1989 con l’annullo dedicato all’arte tessile fu avviata una raccolta a tema. Il Gruppo filatelico Valgandino ha organizzato negli anni iniziative a Gandino, Leffe, Casnigo, Gazzaniga, Cene, Colzate, Vertova, con particolare attenzione alle attività didattiche. 

Il primo direttivo, oltre che dal presidente Bombardieri, era costituito da Alberto Rudelli (vice), Flavio Caccia (segretario), Eugenio Mecca (cassiere), Severino Cazzaro e Fernando Botta. Alla presidenza si sono succeduti anche Flavio Caccia, Luigi Servalli, Eugenio Mecca e (attualmente) Leonardo Spampatti. Fra gli attuali consiglieri da ricordare anche Valentino Genuizzi, Federico Ghilardi e Imerio Ongaro. In occasione del recente pranzo sociale sono stati premiati (con l’originale istanza di iscrizione al Gruppo) i due fondatori ancora attivi: Eugenio Mecca e Flavio Caccia. Con loro anche la giovanissima collezionista Priscilla Savoldelli, 12 anni. 

La sede, inizialmente stabilita presso il Circolo Einaudi in via Dante, è stata successivamente ospitata in Oratorio e nei locali comunali di Palazzo Giovanelli e dell’ex Orfanotrofio di vicolo Rottigni. Nel 1995 è nato a Gandino anche il Centro Culturale Postale, dedito alla raccolta di materiale postale relativo alla storia di Gandino. 

Gli annulli di quest’anno, disponibili anche su cartoline ed eleganti folder a tiratura numerata, saranno disponibili venerdì 5 luglio dalle 19 alle 22 in piazza Vittorio Veneto a Gandino, grazie ad un ufficio postale straordinario. «Proporremo i visitatori di sfruttare l’occasione per un romantico ritorno al passato: evitare per una sera l’immediatezza “a perdere” di Whatsapp e Facebook e provare a mandare un saluto a parenti e amici attraverso una cartolina affrancata e con annullo “gandinese”».

1 COMMENTO

  1. Bravissimo caccia….ottimo e lungimirante collezionista di storia postale gandinese……sono in vacanza …ma a fine mese rientro e ti rintraccio telefonicamente….sto approfondendo la conoscenza della storia postale bergamasca 👏👏👏👏👏 ci sono delle bellissime novita’ ciaoooooo

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here