Home Notizie Valcanale, la scuola dell’infanzia rimane in paese

Valcanale, la scuola dell’infanzia rimane in paese

A Valcanale i bimbi continueranno a frequentare la scuola dell’infanzia in paese. La presenza dell’asilo statale nella frazione di Ardesio sembrava a rischio, invece l’attività continuerà almeno per il prossimo anno scolastico.

«Nei mesi scorsi sembrava che i preiscritti all’anno 2019/2020 fossero insufficienti a conservare l’asilo – spiega il sindaco di Ardesio Yvan Caccia -. In realtà, a distanza di tre mesi, i numeri consentono di mantenere la scuola in loco, a Valcanale. Le verifiche attuate dall’Istituto comprensivo di Gromo hanno confermato la volontà di lasciare i bambini da parte di 11 famiglie. L’Ufficio scolastico provinciale, pertanto, ha già autorizzato l’avvio delle attività a settembre».

Il problema, però, è solo rinviato. Il nodo numeri, purtroppo, verrà al pettine l’anno prossimo. «Su 11 bambini ben sei passeranno alla scuola primaria – prosegue il sindaco -. Per questo stiamo affidando l’incarico a un tecnico per capire se alcuni locali che abbiamo individuato al polo scolastico del capoluogo consentano il trasferimento dell’asilo. Tutto questo senza pregiudicare l’attività della scuola primaria. Entro la fine di agosto lo studio sarà disponibile e ci consentirà di fare le dovute riflessioni, anche per capire quante risorse dovremo eventualmente investire».

«Non è detto che il trasferimento si debba o si possa fare – precisa Caccia -. Questo perché avremo da realizzare una serie di interventi e, soprattutto, bisognerà ottenere l’autorizzazione finale da parte dell’Ats (Agenzia di tutela della salute, ndr) di Bergamo». Nei mesi scorsi c’erano stati incontri anche tra i sindaci dell’Alto Serio per valutare una riorganizzazione delle scuole presenti sul territorio, ma non si era arrivati a un’intesa. Nel frattempo – soprattutto su impulso della sindaca di Gandellino Flora Fiorina e del primo cittadino di Premolo Omar Seghezzi – gli amministratori dell’Alta Val Seriana si stanno muovendo per ottenere le deroghe riservate alle scuole di montagna. 

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here