Home Notizie Severgnini apre gli “Incontri d’estate” a Dorga

Severgnini apre gli “Incontri d’estate” a Dorga

Dopo cinque anni torna a prendere parte alla rassegna “Incontri d’estate” lo scrittore e giornalista Beppe Severgnini.

Particolarmente numerose le persone che hanno affollato il giardino di Villa Pace a Dorga, dove Severgnini ha presentato il libro “Italiani si rimane”, opera che giunge vent’anni dopo  “Italiani si diventa” proseguendo con ironia un viaggio nell’italianità.  

«Italiani si rimane – scherza in battuta Severgnini, intervistato poco prima della presentazione – e anche un po’ bergamaschi e legati a Castione, Bratto e Dorga dove ho passato tutta la vita. Questa non è una trasferta, gioco in casa. Qui per me è un po’ come essere a Crema o Santa Teresa di Gallura: i posti della mia vita. Con il mio libro racconto un viaggio professionale che ha compiuto 40 anni e mi sembra giusto tornare nei luoghi che in qualche modo mi hanno formato».

Pubblico da grandi occasioni presso il parco di Villa Pace a Dorga

Continuando a indagare da anni su quello che accomuna i nostri connazionali, lo scrittore si è fatto un’idea ben precisa sull’italianità.

«Ho scoperto – spiega Severgnini – che noi italiani siamo più in gamba di quello che crediamo e dietro una certa nostra apparente superbia, che sconfina a volte nella “bullaggine” di alcuni personaggi, c’è un’insicurezza di fondo. Sbagliata! Il nostro Paese non ha nulla da invidiare a nessuno. Posso dirlo: anche in questa parte d’Italia si sentono genio e fantasia, ma c’è anche l’affidabilità, che è importantissima. Se non sei affidabile, non combini nulla e la gente diffida».

Durante la presentazione Severgnini è stato accompagnato dalla Dott.ssa Cristina Borghi
Anche “Bergamaschi si rimane”?

«Se sono qui – risponde -, la risposta è affermativa. Io quando avevo un anno e mezzo ero a Dorga e mi trovavo a Villa Ines, qui a un centinaio di metri. Ancora oggi ho una casa, diversa, qui vicino. Io voglio bene a questi posti, ma per gli incontri e le presentazioni, una volta ogni cinque anni è il tempo giusto».

Il Direttore Luciano Fontana e Beppe Severgnini a Dorga

Presente anche il Direttore del Corriere della Sera Luciano Fontana che giovedì 8 agosto prenderà parte al ciclo di incontri “Gli autori raccontano” (Hotel Milano, Bratto, ore 17.30).

Un momento dell’introduzione del consigliere comunale di Castione della Presolana Fabio Migliorati

La rassegna “Incontri d’estate” continua sabato 10 agosto nel giardino di Villa Regalia a Bratto (sempre alle 16.30), dove sarà protagonista la psicologa e psicoterapeuta Ivana Castoldi, mentre sabato 17 agosto la cornice di Villa Rachele a Bratto ospiterà l’ultimo appuntamento con lo scrittore e geopoeta Davide Sapienza.

2 COMMENTI

  1. Io avrei invitato anche Paolo Berizzi, autore e giornalista scomodo per alcuni.
    Certo Severgnini é più accomodante/estivo, giusto quello che serviva li.

  2. Severgnini,approvo quanto hai scritto.Bravo! Sono originaria di Rovetta.Sono medico di famiglia a Corte Franca,in Franciacorta.( BS).

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here