Home Notizie Delegazione dell’Università di Bergamo in Lettonia

Delegazione dell’Università di Bergamo in Lettonia

Dopo la visita della delegazione dell’Università tecnica di Riga, guidata
dal Rettore Leonids Ribickis, dello scorso 20 marzo a Bergamo, è il turno della delegazione
bergamasca, giunta a Riga nella serata di martedì 10 settembre.

Una giornata fitta quella di mercoledì 11 per il Rettore Remo Morzenti Pellegrini, il Prorettore all’internazionalizzazione e ai rapporti internazionali, Matteo Kalchschmidt, la Prorettrice alla didattica e ai servizi per gli studenti, Stefania Maci, e la referente Erasmus del Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Bergamo, Maria Sole Brioschi. Nella mattinata la delegazione orobica ha fatto visita alle RTU Design factory e Laboratory house, luoghi in cui le idee degli studenti vengono trasformate in prodotti veri e propri con il supporto dei docenti nello sviluppo del concept e nelle scelte di tecnologie e materiali, piuttosto che nella definizione di strategie per l’attrattività.

Dopo aver visitato il Dipartimento di Power and Electrical Engineering, i rappresentanti dell’Università degli Studi di Bergamo e dell’Università tecnica di Riga, hanno incontrato l’Ambasciatore d’Italia in Lettonia Sebastiano Fulci. Nel pomeriggio la visita al Dipartimento di Electronics and Telecommunications, all’Institute of Energy Systems and Environment e al Dipartimento di Materials Science and Applied Chemistry e due incontri con i rappresentanti del Dipartimento di E-Learning Technologies and Humanities e delle International Projects and International Cooperation Unit. A fine giornata le delegazioni delle due Università sono state accolte all’Ambasciata d’Italia dall’Ambasciatore Fulci, a testimonianza degli impegni presi all’insegna dell’internazionalizzazione e della mobilità degli studenti.

«Un’agenda molto fitta ma certamente proficua – commenta il rettore Remo Morzenti Pellegrini -. Questa visita in Lettonia è stata per noi l’occasione di incontrare i nostri studenti Erasmus giunti a Riga lo scorso 24 agosto e di rinforzare ulteriormente un rapporto di collaborazione che abbiamo costruito nel tempo, tanto con l’Università tecnica di Riga quanto con l’Ambasciata, e di cui andiamo particolarmente fieri. I progetti di internazionalizzazione e mobilità sono basilari per contribuire alla formazione delle nuove generazioni, permettendo loro di immergersi in culture differenti e ampliare i propri orizzonti anche in termini di formazione specifica. Le numerose opportunità che il nostro Ateneo offre rispetto alla mobilità ribadiscono proprio questo concetto».

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here