Home Notizie Bloccati dalla neve in Presolana, arriva il Soccorso alpino

Bloccati dalla neve in Presolana, arriva il Soccorso alpino

Soccorso alpino in azione, oggi pomeriggio (domenica 17 novembre) a Castione della Presolana per aiutare tre ragazzi, due di Milano e uno di Brugherio, tra i 21 e i 23 anni. Erano partiti ieri pomeriggio per raggiungere il bivacco Città di Clusone, a 2085 metri di quota. Avevano in programma di passare lì la notte e di scendere oggi, ma la neve e il maltempo lo hanno impedito.

Il Soccorso alpino è stato allertato verso le 11,30. I soccorritori, in tutto una decina, sono partiti, nonostante la nevicata in corso, con l’attrezzatura adeguata e le competenze per muoversi in tale contesto. Sono stati impiegati anche l’auto ambulanzata e un mezzo fuoristrada. I tre ragazzi sono stati raggiunti e accompagnati a valle, illesi, in condizioni di sicurezza. 

Il Soccorso alpino ricorda che «quando le previsioni meteorologiche indicano maltempo e nevicate, bisogna essere molto attenti e valutare bene se si è in grado di rientrare dalla meta prescelta. L’elicottero non vola quando le condizioni lo impediscono. Inoltre, se il manto nevoso non è consolidato può esserci un certo rischio di valanghe o distacchi, variabile in base a diversi fattori. Il tempo, l’esperienza, l’attrezzatura giusta – portate sempre con voi artva, pala e sonda – vanno sempre considerati prima di partire, per muoversi in sicurezza».

5 COMMENTI

  1. Va bene la sicurezza e tutto quanto ne consegue, però se questi “sprovveduti”, decidono di farsi del male o di mettere in pericolo la vita di altri (vedi soccorritori), magari non adeguatamente attrezzati, è ora che gli si facciano pagare questi soccorsi. Forse a suon di Euro, la prossima volta ci rifletteranno, prima di avventurarsi con allerta meteo e condizioni avverse!!! Grazie, saluti.

  2. Erano stati diramati bollettini almeno da 10gg l’Italia sarebbe sarebbe stata interessata da nord a sud da condizioni meteo severe. Lo stiamo ripetendo nevicate e ancora nevicate sull’intero arco alpino e Prealpi, pericolo marcato valanghe. Ma questi pensavano di andare Gardelan. Ora pagate il biglietto per il vostro insensato divertimento, pure maggiorato per il grave rischio corso dai soccorritori con rispettive famiglie.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here