Home Notizie I presepi del signor “Pizio” per beneficenza

I presepi del signor “Pizio” per beneficenza

Saranno donati anche ad Abio Bergamo (Associazione per il Bambino in Ospedale), in vista del prossimo mercatino in programma nei pressi dell’ospedale Papa Giovanni XXIII il 21 novembre, alcuni dei presepi di Maurizio Massa, 79enne di Brugherio che realizza natività con materiale di recupero anche nella taverna della sua casa di villeggiatura alla Conca Verde di Rovetta. Socio e volontario da cinque anni di Abio Monza Brianza, il signor Maurizio realizza presepi da circa 15 anni. 

«Tutti quelli che ho prodotto fino a ora sono stati donati in beneficenza – racconta Maurizio -. Per me è una grande soddisfazione poter aiutare il prossimo. Il primo l’ho fatto per gioco, poi quando i volontari dell’Abio mi hanno detto che la mia idea era piaciuta ho continuato a prepararne altri».

I presepi di Maurizio Massa sono contraddistinti da un piccolo marchio con la scritta “Fatto a mano da Pizio per Abio”. «Quando mio nipote non riusciva a dire il mio nome mi chiamava Pizio e così quel nome è diventato una sorta di marchio»: spiega il signor Maurizio. 

«Abio Bergamo utilizzerà le risorse derivanti dal progetto dei presepi per la formazione dei volontari e per materiale da utilizzare con i bimbi in ospedale»: spiega la presidente di Abio Bergamo Christine Bettler.

Maurizio Massa è da sempre nel volontariato: per una ventina di anni ha prestato servizio in un’associazione nel mondo del soccorso in ambulanza, diventandone pure presidente per due mandati. Superati i limiti di età per guidare le ambulanze ha fatto alcune esperienze di volontariato in Brasile e in Africa. Per 13 anni ogni domenica si è dato da fare presso la mensa dei poveri dei Frati Cappuccini a Milano e per 12 anni il sabato presso la mensa della Suore Missionarie di Madre di Teresa di Calcutta a Baggio. Nel 2018 ha deciso di rallentare un po’ con la sua azienda tessile (a cui pensano i figli). Ora è al lavoro di nuovo: Natale non è poi così lontano.

 

 

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here