Home Notizie Un tuffo nel passato con la rievocazione della Coppa della Presolana

Un tuffo nel passato con la rievocazione della Coppa della Presolana

Dalla città alla montagna, attraverso i territori più belli della Val Seriana e della Val Cavallina. Partirà sabato 30 novembre la 9° edizione della Rievocazione storica della Coppa della Presolana, manifestazione organizzata dal Club Orobico di Pedrengo (club federato Asi, Automotoclub storico italiano). 

Il primo giorno (sabato) il ritrovo della manifestazione è in Piazza Matteotti a Bergamo, dove dalle 13 ci saranno le verifiche tecniche delle vetture. La partenza è prevista alle 14,30. Il percorso della rievocazione storica passerà quindi per Albano Sant’Alessandro e Clusone.

Il secondo giorno, domenica 1° dicembre, si partirà da Bratto di Castione della Presolana con presentazione delle vetture a Dorga, in via Donizetti dalle 9,45. L’arrivo finale della manifestazione, per la prima volta dalla sua rievocazione, sarà a Selvino in Val Seriana con accoglienza, presentazione ed esposizione delle vetture a partire dalle 12 in via Vulcano.

La storia della Coppa della Presolana

La prima edizione della Coppa della Presolana si svolse nel 1929, organizzata dal Raci, il Regio automobil club di Bergamo, fondato nel gennaio 1927 sotto la presidenza dell’onorevole Antonio Pesenti. I piloti partivano allora da via Adamello, affrontando con le loro vetture un percorso caratterizzato da strade sterrate e polverose, passando per Seriate, Trescore Balneario, Lovere, Boario per terminare al “Giogo della Presolana”.

Al via della prima edizione si presentano 79 driver, molti per quel tempo, tra i quali possiamo ricordare Lurani, Premoli, Gigi Villoresi, Carlo Pesenti, Mario Tadini, il Conte Strazza e il Duca di Lowenthal. Tra i personaggi di Bergamo parteciparono i Conti Colleoni e Camozzi, industriali del calibro di Radici e Mazzucconi, tutti uniti dalla passione per le auto.

Già dalla prima edizione, sono diverse e note le auto che presero parte alla manifestazione: dalle Vetture Esperia, prodotte dalla Sal, Società automobili lombarda, fondata proprio a Bergamo nel 1905, alle Lancia Lambda, OM, Alfa Romeo, e le leggerissime e scattanti francesi Amilcar, Salmson e Citroën.

Gildo Strazza fu il primo vincitore nella storia della Coppa della Presolana al volante di una Lancia Lambda. Guidò a una media di 53,872 km/h. Nello stesso anno, Strazza, si aggiudicò anche il quarto posto assoluto alla Coppa delle Mille Miglia, sempre su Lancia Lambda. La Coppa della Presolana, considerata la capostipite delle gare automobilistiche nel “mondo” Orobico, terminò dopo tre edizioni nel ’31.

La gara ritornò solo nel 1954, con una prova di velocità in salita, per essere poi nuovamente sospesa nel 1957. Riprese da Castione alla Cantoniera nel 1965 fino al 1970, quando Arturo Merzario si classificò primo su Alfa Romeo.

1 COMMENTO

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here