Home Notizie La solidarietà ha il suono di un campanaccio

La solidarietà ha il suono di un campanaccio

Continuano a moltiplicarsi le iniziative solidali per affrontare l’emergenza Coronavirus. Sulla pagina Facebook “Campanacci d’Italia” oltre a una raccolta fondi che è stata promossa un’iniziativa interessante.

“Sono molti i forgiatori che hanno offerto campanacci artigianali da mettere all’asta – spiegano sulla pagina Facebook – il cui ricavato è indirizzato al Corpo Volontari Presolana”.

La pagina Facebook, oltre per gli allevatori, è un punto di incontro anche dei forgiatori di campanacci italiani e svizzeri. “Importanti maestri del settore stanno realizzando un grande campanaccio – spiegano -. L’idea nasce da Mauro Savin, mastro fabbrile della Valle d’Aosta, che ha realizzato un unicum, sintesi tra arte e suono, incastonando le lamiere dei fabbri di tutta la Penisola per giungere ad un’unica vibrazione armonica. Il collare in cuoio, intrecciato a laccetti colorati in stile valdostano, ideato dalla Selleria Le Cuir di Aosta, narra la speranza della rinascita”.

“I suoi rintocchi saranno la voce corale di solidarietà del mondo agro-pastorale. È tradizione, difatti, tra gli allevatori commissionare un grande campanaccio da transumanza per una nascita, un anniversario o un matrimonio, così che la sfilata della mandria diventi la narrazione della storia della propria famiglia. Con quest’ultima asta si vuole raggiungere una quota che consenta l’acquisto immediato di materiale indicatoci espressamente da maestranze degli ospedali”.

Visita la pagina Facebook (Campanacci d’Italia). Si può partecipare all’asta fino al 26 aprile

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here