Home Notizie Lago d’Iseo, gli sport sull’acqua ai tempi del Coronavirus

Lago d’Iseo, gli sport sull’acqua ai tempi del Coronavirus

Acqua, sole e vento sulla pelle: per gli sport acquatici ai tempi del Coronavirus non è cambiato molto. Le emozioni restano le stesse.

“Eravamo già abituati a sanificare le attrezzature – spiega Fabio Frattini, del centro di sport nautici Sportaction tra Castro e Riva di Solto -. Ora c’è solo qualche superficie in più da passare con panno e spruzzino. La mascherina va indossata solo sulle barche con più persone di famiglie diverse a bordo. Per il resto: canoa, windsurf e altre discipline individuali sul pelo dell’acqua, la mascherina non è necessaria”.

“Cambia la disposizione dei lettini nell’area all’aperto, sono stati distanziati, – prosegue Frattini – e per le persone che entrano nella struttura è necessario compilare una dichiarazione sullo stato di salute”. La doccia esterna è accessibile, non lo sono quelle al chiuso.

Che effetti ha avuto il lockdown sull’attività?
“Abbiamo perso il mese di maggio – risponde Frattini -, ma è il periodo comunque in genere già soggetto alle capricci del tempo atmosferico. Vediamo comunque che l’interesse c’è. Siamo ottimisti”.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here