Home Notizie Strada per San Lucio, in arrivo il “Gratta e sosta”

Strada per San Lucio, in arrivo il “Gratta e sosta”

Clusone – Monte San Lucio senza dovere ricorrere a mezzi fuori strada: sarà presto possibile grazie all’intervento di asfaltatura che ha interessato la strada consortile (via Beur-San Lucio).

Per salire comodi comodi in automobile ad ammirare il panorama, gustarsi un buon piatto al rifugio o fare una passeggiata in quota servirà tuttavia ancora un po’ di pazienza: sul tratto insiste ancora l’ordinanza di chiusura legata alle attività di cantiere. 

Nel frattempo, lunedì sera in giunta, l’amministrazione comunale ha definito la modalità con cui sarà possibile effettuare il pagamento della sosta. Dal primo gennaio 2021 sarà necessario esibire sull’auto un tagliando “Gratta e sosta”.

«Sarà reperibile presso i punti di rivendita – spiega il Comandante della Polizia Locale di Clusone Giuliano Vitali – e avrà un costo giornaliero di 3 euro. Sarà sufficiente grattare il giorno, il mese e l’anno corrispondente all’inizio della sosta e inserire la targa del veicolo». Gli esercizi interessati alla rivendita possono contattare gli uffici della polizia locale del Comune di Clusone.

Oltre ai 52 parcheggi presso il piazzale (a circa 1000 metri di quota), lungo la strada saranno indicate altre aree adibite alla sosta, ma si potrà lasciare l’auto solo dove vi sarà il cartello che ammette questa possibilità. Altrove va considerata la presenza del divieto di sosta con rimozione forzata (la carreggiata è stretta e vanno salvaguardati gli slarghi in cui è possibile accostare per permettere il transito degli altri veicoli).

«La strada consentirà a diverse persone di raggiungere questa località – prosegue Vitali -, anche a chi è portatore di disabilità. Per loro la sosta sarà gratuita (esibendo l’apposito contrassegno)».

«L’auspicio – continua Vitali – è che vi sia un uso consapevole. L’invito è quello di evitare comportamenti scorretti sia nella sosta, sia nel transito. Serve prudenza: si tratta di una strada di montagna di ridotte dimensioni in cui in primavera e in inverno può formarsi il ghiaccio». Presto verrà ultimata la segnaletica verticale e posto il limite dei 20 chilometri orari (in precedenza era di 30). Non potranno salire camper, autocaravan e roulotte.

52 i posti auto delimitati da righe blu presso il piazzale a circa 150 metri dal panoramico rifugio San Lucio

L’asfaltatura è stata resa possibile da una variazione di bilancio effettuata dalla precedente amministrazione comunale. L’investimento complessivo, considerando sia le risorse pubbliche sia quelle private, ammonta a circa 300.000 euro. Per affrontare i costi sono state anticipate le quote annuali di manutenzione.  

Sul “Gratta e sosta” è presente un Qr-code che rimanda al sito Internet della Turismo Pro Clusone

12 COMMENTI

  1. Mahh… insomma, prima di salire bisognerà recarsi in paese per acquistare grattino. Ma non si poteva mettere un macchinario tipo park di Valcanale di Ardesio per distribuire i ticket⁉️

    • Appunto, ma il gratta e sosta sarebbe da grattare prima dell’accesso alla strada per S.Lucio, o si deve grattare quando si arriva nel parcheggio di S.Lucio a inizio sosta? Comunque si, una macchinetta per ticket si poteva installare come esistente anche ad Oltressenda Alta per acceso a strada per zona Moschel. Per il semplice fatto, che poi ci si ritroveranno i curiosi che saliranno senza il ticket/gratta e sosta, solo per fare il giro e ritornare subito dopo essere arrivati nel parcheggio a S.Lucio. Temo si creeranno ingorghi. Mhh…

      • PS il “macchinario infernale” emettitrice di ticket, una volta raggiunti i posti parcheggio disponibili per la giornata in corso, poteva essere programmata per smettere emissione ticket, in modo che nessuno salisse con grattone in mano rischiando di non trovare spazio per parcheggiare e dovendo così tornarsene a casa con grattino pagato e non utilizzato. Pòta.

  2. Dopo la perla del limite di 30km/h in senda, subito rimosso grazie a chi ha fatto rinsavire i pensatori ora 20 km/h….a quando l’auto a spinta??

  3. Quindi la raccappricciante asfaltatura (come se di asfalto non ce ne fosse già fin troppo) è stata fatta per poi fare cassa? mah…

  4. PicoCatramoso ti é slissssata una doppia p di troppo. Comunque, vacci a piedi e vedrai che non sganci una palanca nèh, crùstina! 😏😌

  5. Prosegue la conta delle strade a pagamento in quota…
    Che penosi amministratori locali, sembrate dei bambini che scoppiano il compito in classe del vicino di banco.
    Oltre il colle, Gandino, Valgoglio, valcanale, Valbondione….. Clusone!
    Chi sara il prossimo?
    Qui non siamo tutti dei villeggianti, a cui non importa un pedaggio una tantum… I nostri monti non sono dei luna park,
    Che brutto periodo che stiamo vivendo, e non parlo del covid, ma dell pressappochismo che contraddistingue tutti i nostri amministratori!

    • C’è gente che in un giorno che gratta biglietti da 10-20 euro con la speranza di vincere. Qui con 3 euro si è sicuri del risultato.

  6. sono disabile è sono felice di potere andare in macchina fino a quel bel rifuggio , sono anche daccordo per pagare 3euro al giorno cosi pocco per una bella strada , aspetto quella possibilita con molto piacere . Mia mamma è nata a Clusone in 1919 mi racontava sempre del rifuggio st Lucio ,ma pero’ andava a piedi da Clusone e addesso ci sono quelli che si lamentano per 3euro !!!! grazie per quella bella iniziativa .

    • Condivido il tuo pensiero Giacomo, a volte certe comodità bisogna pagarle, non é il tuo caso comunque. D’altronde se si paga il giusto, é bene anche contribuire, per far in modo che la Montagna sia accessibile anche a coloro che altrimenti potrebbero solo sognarla. L’importante é che non si abusi di tutto ciò.

  7. Il problema, secondo me, non è il costo con relativa pagamento… L’ingorgo che si creerà, bloccherà l’accesso, quanto meno notevoli difficoltà per assembramenti automobilistici….e che aria pura! Aspettiamoci come minimo denunce e vesti stracciate da parte degli ambientalisti
    Si chiaro che sarò contento di essere smentito, anche perché io per primo sono contento dell’asfalto, che giustamente deve essere compensato finanziariamente come tutte le comodità, nessun pasto è gratis…

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here