Home Notizie Val di Scalve, provinciale 58 ancora chiusa. Orrù: «Cittadini esausti»

Val di Scalve, provinciale 58 ancora chiusa. Orrù: «Cittadini esausti»

Cittadini e aziende della Val di Scalve si trovano a dover fare i conti con un’altra chiusura della strada provinciale 58: è la terza volta in due anni. Lo stop al traffico si rende necessario per consentire i lavori di sistemazione di uno smottamento tra la frazione di Teveno e la località Adenasso, nel comune di Vilminore.

Nei pressi della vecchia stazione di Teveno si è verificato il cedimento di un muro di sostegno. Verrà effettuato un pronto intervento e il tratto di strada resterà chiuso da lunedì 8 marzo a lunedì 22 marzo, 24 ore su 24. Per raggiungere Vilminore i residenti di Teveno dovranno fare il giro della Val Notte passando da Colere. Con gli inevitabili disagi.

«Purtroppo il nostro comune non è nuovo a questo tipo di problemi, dovuti all’età delle strade ma anche, bisogna ammetterlo, alla mancata manutenzione di questi anni – afferma il sindaco di Vilminore, Pietro Orrù -. Non voglio dare colpe a nessuno, attribuire responsabilità a nessuno, però è un dato di fatto che i nostri cittadini continuano a vivere questi disservizi e a subire le conseguenze di questa situazione. Mi auguro solo che tutti questi interventi, concentrati negli ultimi anni, siano fatti nella maniera migliore possibile e non ci sia più bisogno di tornare a mettere mano per diverso tempo».

Restano comunque i disagi. «In un periodo già difficile per l’emergenza Covid e restrizioni varie, questa ulteriore chiusura imporrà costi aggiuntivi alle aziende e ai cittadini, ormai esausti per questa situazione – prosegue Orrù -. La speranza è che non si verifichino più eventi del genere e ci sia la possibilità di prevenire invece di rincorrere i problemi. L’Amministrazione comunale si sta impegnando a segnalare i punti più critici e la Provincia di Bergamo si è sempre dimostrata disponibile. La speranza è che questo sia l’ultimo intervento».