Home Notizie Villa d’Ogna piange Armando Tasca

Villa d’Ogna piange Armando Tasca

Armando Tasca

La comunità di Villa d’Ogna dice addio ad Armando Tasca. Se ne è andato all’improvviso, nel sonno, questa notte. Aveva da pochi giorni compiuto 81 anni. 

Era una figura di riferimento per il paese dell’Alta Val Seriana, di cui era stato sindaco negli anni Settanta. Un periodo contrassegnato dalle vicende della Festi Rasini e dall’esperienza che portò Comune di Villa d’Ogna, Provincia di Bergamo e Camera di commercio rilevare il controllo dell’azienda. L’amministrazione comunale lo vide impegnato a lungo, non solo da primo cittadino.

Da sindaco, nel 1976, accolse anche la proposta del micologo e naturalista brianzolo Mario Galli di dar vita alla “Mostra del fungo e della natura”, un appuntamento ormai tradizionale per il paese di Villa d’Ogna. Fu anche tra i fondatori del gruppo micologico “Bresadola” che poi ha continuato ad organizzare l’iniziativa. Nel 2016 sostenne poi l’iniziativa della sindaca Angela Bellini di siglare un patto d’amicizia con Barlassina, il comune d’origine di Mario Galli.

Armando Tasca aveva lavorato nel campo della meccanica, prima come dipendente poi da imprenditore. Molto legato alla zona del Moschel, negli anni scorsi fece posare una passerella in metallo per attraversare il torrente Ogna e lo dedicò alla moglie Gemma Brusetti, scomparsa poco tempo prima. Nel 2017, insieme al figlio Sergio, realizzò e donò al Comune di Villa d’Ogna anche “L’albero dei libri”, collocato fuori dalla biblioteca. Appassionato di musica, suonò per cinquant’anni il genis (filicorno contralto) nella banda di Villa d’Ogna.

Un’altra sua passione era il presepe, che ogni anno allestiva nel cortile della sua abitazione. In tanti andavano a visitarlo. Accanto alla grotta della Natività spiccavano le riproduzioni delle baite del Moschel, della contrada Bricconi a Oltressenda Alta, della piazza di Ogna. Tutte creazioni, molto curate nei particolari, realizzate dal fratello Silvano, venuto a mancare lo scorso anno e a cui Armando Tasca aveva dedicato il suo ultimo presepe (qui il servizio di Antenna2).

«Una persona che ci mancherà, sempre molto disponibile per la nostra amministrazione comunale. Armando era un punto di riferimento anche per me. A lui ero legata da una stretta amicizia», afferma la sindaca di Villa d’Ogna Angela Bellini. «Grazie Armando per il tuo impegno, il tuo entusiasmo, la tua voglia di fare. Grazie per i tuoi insegnamenti, le tue interminabili chiacchierate sulla Festi Rasini, il tuo sostegno alle elezioni del 2018», ha scritto su Facebook il vicesindaco Luca Pendezza.

Armando Tasca lascia il figlio Sergio e la figlia Manuela. La salma è composta nella cappella del Suffragio, accanto alla parrocchiale di Villa d’Ogna. Il funerale sarà celebrato martedì (16 marzo) alle 15 a Villa d’Ogna.