Home Notizie Positivo al Covid spara a quattro ragazzi in festa nella cascina vicina

Positivo al Covid spara a quattro ragazzi in festa nella cascina vicina

Un’episodio che ha dell’incredibile. Di quelli che si vedono nei film, ma che nessuno si aspetterebbe nella realtà. Si è verificato sabato (3 aprile) sui monti di Breno, in località Degna, e viene raccontato nei dettagli sul quotidiano Brescia Oggi.

Quattro amici tra i 17 e i 23 anni hanno affittato una cascina per trascorrere il fine settimana. A poca distanza, in un’altra cascina, si trovava un 55enne di Breno, ufficialmente positivo al coronavirus e in quarantena insieme alla moglie e al figlio dodicenne, anche loro positivi.

I quattro ragazzi, avvisati dal proprietario della cascina della situazione sanitaria dei vicini, erano intenti a preparare una grigliata. Hanno raccontato che il 55enne avrebbe più volte tentato di avvicinarli, forse con l’obiettivo di farsi invitare. I ragazzi hanno cercato di toglierselo di torno offrendogli una birra.

A quel punto l’uomo è rientrato a casa e poco dopo è uscito imbracciando un fucile da caccia e ha iniziato a sparare contro la cascina, dove nel frattempo i giovani si erano barricati. L’uomo ha poi sfondato una porta e, una volta all’interno, ha colpito un televisore e la playstation. Uno dei ragazzi ha raccontato a Brescia Oggi di aver temuto per la sua vita e quella degli amici.

L’aggressore, dopo i primi spari è tornato nella sua cascina, forse con l’intento di ricaricare il fucile. I ragazzi ne hanno approfittato per fuggire nei boschi. Hanno raggiunto la strada, ma l’uomo li ha inseguiti in auto, tentando di investirli. Sono così tornati nel bosco attendendo l’arrivo dei carabinieri, che avevano avvisato durante la fuga.

Prima dell’arrivo dei militari della Compagnia di Breno, il 55enne ha fatto in tempo a dileguarsi. È stato rintracciato nella casa della sorella a Calcinato e arrestato per tentato omicidio plurimo.