Home Notizie Con la Mangialonga alla scoperta della Val Sedornia

Con la Mangialonga alla scoperta della Val Sedornia

L’appetito vien passeggiando. L’assunto è inconfutabile ed è alla base delle camminate enogastronomiche. Muoversi mette fame e cosa c’è di meglio di un menù servito a tappe? Soprattutto se si va in montagna. Ed è appunto questa la formula scelta per la Mangialonga, camminata enogastronomica in quota che torna domenica 5 settembre.

Per la quinta edizione si rinnova la collaborazione tra Turismo Valbondione e Turismo Gandellino, già sperimentata con successo lo scorso anno. I partecipanti avranno la possibilità di andare alla scoperta della Val Sedornia, lungo un percorso di 13 chilometri con 100 metri di dislivello positivo e 1200 metri di dislivello negativo. «Una camminata adatta alle famiglie, perché il percorso non è pericoloso e per la maggior parte in discesa. Serve però un po’ di allenamento e di abitudine alla montagna», sottolinea Monica Semperboni di Turismo Valbondione.

Il ritrovo è previsto proprio di fronte all’ufficio di Turismo Valbondione, vicino al palazzetto dello sport. «I partecipanti saliranno sul bus navetta che li condurrà a Lizzola – prosegue Monica Semperboni -. Verranno poi portati in seggiovia fino alla prima tappa, dove sarà servita la colazione. Inizierà quindi la camminata. Dalla località Rambasì si raggiungerà il laghetto Spigorel e le Baite di Fontana Mora per l’aperitivo. Agli Spiazzi dell’acqua si potrà gustare una grigliata. A seguire la discesa fino a Gandellino per il dolce e il caffè. Infine, il rientro a Valbondione per l’amaro».

La partecipazione alla Mangialonga costa 30 euro per gli adulti, 20 euro per i bambini fino a 10 anni, 90 euro il pacchetto famiglia 2+2, mentre è prevista una gratuità ogni 15 adulti paganti. Per le iscrizioni bisogna contattare Turismo Valbondione (0346 44665 oppure info@turismovalbondione.it). «Ci sono ancora pochi posti disponibili, quindi invitiamo gli interessati a farsi avanti il prima possibile», aggiunge Monica Semperboni.

La partenza dei vari gruppi è prevista dalle 7,30 alle 9. Sul percorso saranno una quarantina i volontari impegnati perché tutto vada al meglio.