Home Notizie Caserma dei Carabinieri di Clusone, sopralluogo dei sindaci sul cantiere

Caserma dei Carabinieri di Clusone, sopralluogo dei sindaci sul cantiere

Primi cittadini in visita oggi pomeriggio a Clusone presso il cantiere in via Sant’Alessandro con cui si sta realizzando la nuova caserma per la Compagnia e la stazione dei Carabinieri di Clusone.   

«Sono molto soddisfatto di questa visita – ha detto il presidente della Comunità Montana della Valle Seriana Giampiero Calegari -, gli importi che abbiamo messo a disposizione noi, i Comuni e la Regione sono considerevoli, ma abbiamo visto una struttura veramente bella e funzionale e siamo convinti che nei primi mesi del prossimo anno questa struttura sarà terminata e poi utilizzata dai Carabinieri che potranno così spostarsi dalla sede attuale».

Trovate le risorse per la sistemazione dell’area esterna

«Questa è una giornata importante – ha detto l’assessore ai Lavori Pubblici dell’Ente sovracomunale Francesco Cornolti – in quanto ormai stiamo arrivando all’obiettivo: aprire il prima possibile la caserma per dare un nuovo servizio a tutta la popolazione della Comunità Montana della Valle Seriana, della Valle di Scalve e della Comunità Montana dei Laghi Bergamaschi. I lavori sono in fase molto avanzata, ma la novità è che abbiamo i finanziamenti per l’area esterna. Occorrevano 210.000 euro e siamo riusciti a recuperare i fondi: il 50% con un contributo straordinario di Regione Lombardia, il rimanente con un riparto tra la Comunità Montana della Valle Seriana, i Comuni e le altre Comunità Montane. Pensiamo quindi di riuscire a inaugurare per l’inizio del prossimo anno la caserma per la Compagnia dei Carabinieri di Clusone e della locale stazione».

Iniziati nel febbraio 2020, il termine dei lavori era atteso per gennaio 2021

«Teniamo conto che il precedente edificio – prosegue Cornolti – era stato costruito per la Comunità Montana, la trasformazione in una caserma importante come questa ha richiesto lavori aggiuntivi non previsti. Inoltre abbiamo fatto fronte a richieste dell’Arma. Siamo comunque sempre rimasti nel perimetro dell’importo iniziale, ma abbiamo dovuto fare interventi aggiuntivi».

Con l’intervento sono state realizzate soluzioni abitative per i militari. «Sono stati costruiti nuovi alloggi – continua Cornolti – tenendo in considerazione la presenza di personale in servizio di entrambi i sessi. La struttura è dotata di guardiole, di una mensa e anche di locali per la custodia temporanea. Non è una normale caserma: ha diverse caratteristiche che la rendono particolare».

Il cantiere aveva inoltre incrociato uno stop di due mesi a causa del lockdown nella primavera del 2020. «Bisogna inoltre tenere in considerazione – conclude Cornolti – che hanno inciso anche i problemi di approvvigionamento dei materiali. Nonostante questo stiamo e andremo avanti con tutta la forza possibile per aprire quanto prima questa caserma».

L’importo del progetto era di 2 milioni e 400 mila euro. Le opere erano state affidate alla Mida Impianti srl di Sondrio, che si era aggiudicata la gara con un’offerta di ribasso del 25,11%.

Un servizio verrà trasmesso questa sera all’interno del telegiornale di Antenna2 in onda alle ore 19.20 sul canale 88 del digitale terrestre. Segui via streaming sul sito www.antenna2.it.