Home Notizie Museo Arte e Tempo: la direttrice dell’Accademia Carrara in visita

Museo Arte e Tempo: la direttrice dell’Accademia Carrara in visita

Museo Arte e Tempo di Clusone, visita Maria Cristina Rodeschini. Mostra pittore Giovanni Trussardi Volpi.
La visita al Museo Arte e Tempo di Clusone di Maria Cristina Rodeschini

Visita della direttrice dell’Accademia Carrara Maria Cristina Rodeschini presso il Museo Arte e Tempo di Clusone, dove dal 23 ottobre è in corso la mostra “Giovanni Trussardi Volpi, il colore irrequieto dell’anima”, allestita in occasione del centesimo anniversario della morte del pittore baradello, allestimento destinato a essere prorogato oltre la data del 30 gennaio. Ad accogliere la direttrice: il Rettore Emerito dell’Università degli Studi di Bergamo Remo Morzenti Pellegrini, il sindaco di Clusone Massimo Morstabilini, l’assessore alla Cultura del Comune di Clusone Alessandra Tonsi e la curatrice della mostra Valentina Raimondo.

«L’occasione – ha detto Rodeschini – è interessantissima: ci sono novità e dipinti che non avevo avuto modo di vedere di persona.  È ben rappresentato il percorso italiano, compreso il periodo romano. Penso inoltre che questo artista offrirà nel futuro altre sorprese, in quanto le sue opere sono perlopiù conservate in collezioni private italiane. L’Accademia Carrara presta opere a questa bella mostra. Abbiamo aderito alla proroga del prestito in quanto penso meriti di essere vista, non solo perché identitaria per Clusone, ma anche utile ad affrontare il tema della cultura italiana dei primi decenni del ‘900, così ricca di autori, tra cui Trussardi Volpi». 

Museo Arte e Tempo a Clusone. Mostra pittore Giovanni Trussardi Volpi
Giovanni Trussardi Volpi, Autoritratto con bastone da passeggio, 1910-1915 circa. Olio su tela, 65 x 46 cm. Clusone, MAT – Museo Arte Tempo di Clusone. Crediti fotografici: Fabio Cattabiani, 2021.
Una scommessa vinta.

«La scommessa innanzitutto era di riscoprire un autore locale che a tanti era sconosciuto – ha detto il Rettore emerito dell’Università degli Studi di Bergamo Remo Morzenti Pellegrini – e, a fronte anche di ricerche che come Università in questi due anni abbiamo messo in campo, intrecciare relazioni anche con altre istituzioni. L’Università e l’amministrazione comunale in particolare hanno collaborato con l’Accademia Carrara e l’Accademia Tadini di Lovere. Questo è il presupposto dal quale ripartire per nuove iniziative che sicuramente vedranno come protagonista questo museo e i musei del nostro territorio coinvolti in questo nuovo rapporto». 

Si continua a investire e credere su figure del territorio

«Si sta valutando di andare oltre alla data di chiusura – ha detto il sindaco di Clusone Massimo Morstabilini – perché è una mostra che ha riscosso molto successo. Ovviamente al centro c’è un artista clusonese di altissimo livello che non fa che alimentare orgoglio e onore per la Città di Clusone. Inoltre, con tutti gli sforzi che ha richiesto, ci è parso doveroso continuare oltre l’originale data di chiusura. Ringraziamo i collezionisti privati, l’Accademia Carrara e l’Accademia Tadini in quanto ci hanno permesso di prolungare questa esperienza, dal nostro punto di vista molto positiva. Clusone è stata fucina di grandi artisti, in particolare per quanto riguarda il mondo della pittura e della scultura. Questa mostra vuole dare risalto a una figura che ha esaltato Clusone anche ben oltre il territorio nazionale». 

Un servizio verrà trasmesso questa sera (6 gennaio) all’interno del telegiornale di Antenna 2 in onda alle ore 19.20 sul canale 88 del digitale terrestre. Seguici anche in streaming su www.antenna2.it.