Gazzaniga azzera i debiti, ora più facile fare opere

    Municipio Gazzaniga
    Il municipio di Gazzaniga

    Non sono molti i Comuni a poter vantare l’azzeramento dei mutui. Gazzaniga è uno di questi. L’obiettivo è fissato per fine anno. Centrarlo significherà riuscire ad alleggerire i vincoli del Patto di stabilità e realizzare alcune opere che in paese sono attese da tempo. L’approvazione del bilancio di previsione, il primo per la nuova amministrazione guidata da Mattia Merelli, è un passaggio chiave per conseguire il risultato.
    “Portiamo in Consiglio comunale quanto abbiamo promesso in campagna elettorale – dice il sindaco –. Già da ora sappiamo che entro fine anno saranno azzerati tutti i mutui. In bilancio verranno destinati 180 mila euro per raggiungere l’obiettivo. È una scommessa che ci siamo imposti già alcuni anni fa”. Scommessa vinta, viene da aggiungere. Ma perché è così importante, di questi tempi, ridurre a zero i mutui? “Come in una famiglia quando uno non ha più debiti si liberano risorse – risponde il primo cittadino –. I mutui costano: oltre alla rata, ci sono gli interessi. Inoltre, non avere debiti significa essere virtuosi e questo ci consentirà di avanzare richieste al Ministero dell’Economia per lo sblocco del Patto di stabilità. Nei prossimi mesi potremmo avere un ampliamento degli spazi che ci consentirà di proporre opere già progettate per il nostro comune”.
    Bilancio di previsione significa anche tasse e tariffe. Come lo scorso anno, l’Amministrazione di Gazzaniga non applicherà la Tasi, la tassa sui servizi. Non ci sono grosse novità nemmeno per l’Imu: le aliquote resteranno le stesse con alcune agevolazioni per le associazioni. Ci sono cambiamenti invece per quanto riguarda l’Irpef. Dopo l’aumento del 2014 dallo 0,3 allo 0,8%, quest’anno ci sarà una leggere riduzione allo 0,75%. “In bilancio – spiega ancora il sindaco – siamo riusciti ad apportare alcuni tagli che, uniti alla riduzione dei mutui operata negli anni scorsi, ci permettono di svincolare risorse per diminuire l’imposta”.

    LASCIA LA TUA OPINIONE

    Please enter your comment!
    Please enter your name here