Home Notizie Fondazione Honegger, nominato il nuovo Cda

Fondazione Honegger, nominato il nuovo Cda

La Fondazione Honegger di Albino (dal sito www.fondazionehonegger.it)

Ha un nuovo Consiglio d’amministrazione, la Fondazione Honegger di Albino, l’ente che gestisce casa di riposo, struttura protetta e Centro diurno integrato della cittadina. Ieri il sindaco Fabio Terzi ha firmato il decreto di nomina. I cinque componenti del nuovo Cda sono: Vincenzo Russo, Tiziano Vedovati, Davide Carrara, Marco Bianchi e Stefano Vismara. Toccherà poi al consiglio eleggere al proprio interno il nuovo presidente.

«Anzitutto – sottolinea il primo cittadino – ho nominato due membri di comprovate capacità in campo sociosanitario, come richiesto dallo statuto». Si tratta di Vincenzo Russo, medico di professione, e di Tiziano Vedovati, presidente uscente, alla guida della Fondazione negli ultimi sei anni. Quest’ultimo è anche il nome indicato dalla minoranza in Consiglio comunale, «prassi consolidata, anche se lo statuto non prevede che la minoranza esprima dei membri del Cda», precisa Terzi.

Il direttivo della Fondazione sarà poi completato da Davide Carrara, attuale consigliere comunale di Forza Italia (che si è già dimesso perché i due incarichi sono incompatibili), dal segretario della Lega Nord di Albino Marco Bianchi e dal commercialista Stefano Vismara. «Carrara è in pensione dopo essere stato responsabile delle risorse umane in Sab, penso quindi abbia il profilo ideale per svolgere questo compito – osserva ancora Terzi  –. Bianchi ha competenze manageriali e Vismara ha la professionalità necessaria per occuparsi dei conti».

Terzi si dice convinto di aver nominato un Cda «di alto profilo sia per competenze sia per disponibilità». Il precedente consiglio era giunto a scadenza dopo la metà di marzo e ha continuato il suo lavoro fino ad oggi in regime di proroga. Non è un mistero che la nomina dei nuovi vertici abbia creato qualche fibrillazione nella maggioranza di centrodestra che regge il Comune. «Si è trattato di un percorso abbastanza complesso –ammette il sindaco –. Non so se sarò riuscito ad accontentare tutti. La soluzione a cui sono giunto penso sia la migliore considerando tutte le condizioni oggettive e i parametri sul tavolo».

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here