Home Notizie Scame continua a investire sulla mobilità elettrica

Scame continua a investire sulla mobilità elettrica

Nei giorni scorsi al salone di Francoforte grandi case automobilistiche hanno fatto annunci importanti sugli investimenti in programma sull’elettrico, sono ad esempio i casi di Volkswagen, che prevede di destinare 20mld di euro entro il 2030 in questo settore, e di Volvo che intende produrre dal 2019 solo veicoli elettrici o ibridi.

Anche alcuni Paesi stanno avviando politiche volte a cambiare il passo: la Svezia entro il 2025 vuole dire addio ai combustibili fossili, mentre la Cina sta spingendo con importanti stanziamenti sul comparto e sulle rinnovabili.

Scame, società con i quartieri generali a Parre, è nel settore da anni e ora che l’atteso sviluppo sembra alle porte, è pronta a giocare la sua partita. «Sta andando discretamente bene – spiega l’amministratore delegato di Scame Stefano Scainelli – siamo abbastanza soddisfatti anche se purtroppo il mercato italiano, se pur in crescita, non è ancora importante a livello europeo. Noi siamo leader nel mercato italiano e co-leader in quello francese».

Nel mese di luglio Scame ha perso Giovanni Scainelli, che nel 1963 aveva fondato la società insieme a Luigi Piccinali e ai fratelli Gianni e Cornelio Palamini. «Da mio padre abbiamo ereditato la sensibilità al mondo dell’ecologia – continua Stefano – tanto che se siamo entrati alla fine degli anni ‘90 nel mondo dei connettori dell’auto elettrica è grazie anche al seme che ha lasciato in azienda in termini di cultura aziendale. La sua attenzione non riguarda solo la mobilità sostenibile, ma anche il risparmio energetico e l’utilizzo di materiali esenti da alogeni. Queste attenzioni garantiscono un minore impatto sulla comunità e sono anche apprezzate dal mercato».

Giovanni Scainelli

Stefano Scainelli questa sera sarà a Decoder (puntata dedicata alla mobilità elettrica in onda alle ore 20.30 sul canale 88 – repliche giovedì alle 14 e venerdì alle 23.30) ospite insieme a Giulio Benzoni, titolare di Termovalseriana Srl e Pier Clemente Mantegazza dell’associazione Brianza Solidale e automobilista che ha scelto la mobilità elettrica.

Durante la trasmissione proporremo inoltre le interviste a Stefano Savoldelli, primo cittadino di Rovetta; Marco Schillaci di Vadolettrico.it; Mauro Scandella, distributori carburanti Union; Maurizio Forchini, Presidente di Promoserio; Alessandro Pellegrini di Cicli Pellegrini e ai proprietari di due Tesla, Sergio Vigani della Cantamessa Elettrocondutture di Endine Gaiano e lo svizzero Christian Schläpfer di Electric Taxi.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here