Home Notizie I centri commerciali secondo i geografi

I centri commerciali secondo i geografi

Notte Europea della Geografia, il saluto del Rettore

Nell’ambito della Notte Europea della Geografia venerdì 6 aprile l’Università degli Studi di Bergamo è sbarcata presso Orio Center. I centri commerciali rappresentano oggi per diverse scienze sociali, e per la Geografia in modo particolare, un’occasione di riflessione e studio. Presso quello che è uno dei più grandi mall d’Europa si sono tenute una tavola rotonda, un’esposizione e attività laboratoriali.

«La Geografia negli ultimi anni è una disciplina che è cambiata molto – ha ricordato il Rettore dell’Università degli Studi di Bergamo Remo Morzenti Pellegrini durante l’apertura dei lavori -. Oggi questa materia è sempre di più in grado di leggere altre discipline, è infatti un’importante chiave di lettura della nostra società».

«Invece di aprire le porte dell’Università abbiamo pensato di portare l’Università nei luoghi dinamici del territorio – ha detto la professoressa Emanuela Casti, Direttore del Centro Studi sul Territorio dell’Università degli Studi di Bergamo – una scelta per fare dialogare la città con i nuovi poli che nascono nel suo interno. Questi sono luoghi della nuova identità mondializzata, noi viviamo il grande cambiamento e la rivoluzione dei territori in rete».

Presso Uci cinema si è tenuta una tavola rotonda dal titolo: “Il centro commerciale è uno spazio pubblico?”, dibattito coordinato da Emanuela Casti, Direttore del Centro Studi sul Territorio dell’Università degli Studi di Bergamo. Ad aprire i lavori, Giancarlo Bassi, Presidente del Consorzio Operatori Oriocenter. Dopo il saluto delle autorità presenti sono intervenuti i geografi: Libera D’Alessandro Università degli Studi di Napoli «L’Orientale»; Giuseppe Gambazza, Università degli Studi di Milano; Teresa Graziano, Università degli Studi di Catania; Carlo Salone, Università degli Studi di Torino e Massimiliano Tabusi, Università per Stranieri di Siena. Hanno animato la discussione il Prorettore dell’Università di Bergamo (Rapporti con enti e istituzioni pubbliche del territorio) Fulvio Adobati; Giorgio Gori, Sindaco del Comune di Bergamo e Luca Tamini, Politecnico di Milano.

Presso il mall inoltre è stato allestito uno spazio espositivo dal titolo “GeoVisioni” con mapping, infografiche e video realizzati dal Centro Studi sul Territorio e dal CST-DiathesisLab dell’Università di Bergamo, è stato possibile prendere parte a un laboratorio di applicazione del webmapping e prendere parte a un itinerario ragionato dall’Orio Center all’aeroporto internazionale Il Caravaggio.

Un approfondimento con le interviste raccolte a margine della tavola rotonda verrà trasmesso su Antenna2 all’interno di Target martedì 10 aprile alle ore 19.

 

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here