Home Racconti di ieri La Madonna del Rosario a San Lorenzo di Rovetta

La Madonna del Rosario a San Lorenzo di Rovetta

La Madonna del Rosario è una delle ultime opere che il pittore clusonese Lattanzio Querena ha dipinto per la chiesa vecchia di San Lorenzo di Rovetta prima di trasferirsi a Venezia. Come spiega Mino Scandella in questa puntata di Racconti di Ieri, il componimento è di grande valore artistico.

Il dipinto è posto sull’altare laterale dedicato alla Madonna del Rosario. «Maria, seduta in trono, – spiega Scandella – regge il figlio in braccio, è posta sull’asse centrale ed è ritratta con il viso rivolto verso sinistra. Il Bambino stringe nella mano un rosario dai grani irregolari. Il volto è incorniciato da boccoli dorati disegnati finemente e posticci, rappresentazione tipica del Querena. Sullo sfondo, a sinistra, due colonne e un tendaggio, elementi tipici della pittura settecentesca, creano uno spiraglio aperto su un ambiente esterno, componente caratteristica delle opere rinascimentali».
La concomitanza di diversi stili pittorici presenti, è frutto dell’ampia formazione artistica di Querena . «Ha studiato – continua Scandella – prima nel nostro territorio, successivamente a Verona presso Saverio della Rosa e infine a Venezia dove muore nel 1853. Nel dipinto possiamo vedere i contatti del pittore con l’ultima parte della pittura del ‘700, l’accostamento a quella veneta e le reminiscenze di quella lombarda del ‘600. Il tappeto rosso e blu è vicino allo stile lombardo, mentre il mantello blu, il vestito roseo e la resa del panneggio caratterizzata da ampie e insistite pieghe, si accostano maggiormente a quello veneto».
«Attorno al quadro – conclude – erano presenti i misteri del rosario capolavori di pittura miniata. Non si è conservato nulla della loro bellezza originaria in quanto sono stati ridipinti in seguito».

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here