Home Notizie Ospedale Piario, tutti gli interventi previsti per il potenziamento

Ospedale Piario, tutti gli interventi previsti per il potenziamento

L'ospedale di Piario

Regione Lombardia ha reso noto il piano dettagliato per il potenziamento dell’ospedale di Piario. Il progetto è stato illustrato oggi al Pirellone ai sindaci e ai consiglieri regionali del territorio.

«Oggi – ha spiegato l’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera – partiamo con un progetto concreto di potenziamento del presidio con un investimento di circa 3 milioni di euro, questo grazie ad un grande sforzo di Regione Lombardia in termini di risorse, ma ho voluto dare un segno concreto del mio impegno per questo territorio. Lunedì stesso porteremo la delibera in Giunta».

Il progetto, ha specificato Gallera, è suddiviso in due fasi. «Una che parte immediatamente e che prevede l’implementazione di attività importanti come la chirurgica urologica, ginecologica, endocrinologica, l’avvio di attività riabilitativa post intervento ortopedico-traumatologico, l’implementazione di Oculistica e una risorsa in più per il pronto soccorso. Prevede inoltre il rafforzamento delle neuropsichiatria infantile».

«Accanto al potenziamento delle attività – ha sottolineato l’assessore – abbiamo realizzato un percorso nascita che garantisce una presa in carico da parte dell’ostetrica, offre un servizio durante tutta la gravidanza e mira ad identificare precocemente le situazioni ad alto rischio per indirizzarle all’ambulatorio specialistico. Il percorso prevede, inoltre, l’accoglienza ostetrica h24, assistenza completa alla maternità, gestione del trasporto materno e neonatale e assistenza pediatrica».

»In un secondo momento – ha concluso Gallera – abbiamo previsto l’istituzione di un servizio dedicato alla diagnosi, alla cura e alla riabilitazione dei disturbi alimentari l’acquisizione di tecnologia avanzata con una risonanza magnetica aperta per la diagnostica articolare».

Di seguito la scheda della Regione con il dettaglio degli interventi previsti:

CHIRURGIA – Implementazione dell’attività chirurgica urologica, ginecologica, endocrinologica e litotrissia percutanea e l’attivazione di attività riabilitativa post intervento ortopedico-traumatologico (circa 300.000 euro di cui circa 270.000 per personale infermieristico e Oss).

RIABILITAZIONE – Attivazione attività riabilitativa post intervento ortopedico-traumatologico e trattamenti con onde d’urto (120.000 euro).

OCULISTICA – Implementazione attività ambulatoriale di Oculistica Considerata la peculiare richiesta di prestazioni specialistiche correlate alla presa in carico dei pazienti cronici, sia a scopo diagnostico che terapeutico e di follow up per la prevenzione delle malattie degenerative oculari, si intende potenziare l’offerta correlata, fino a 12,30 ore settimanali rispetto alle 6,30 ore attuali.

PRONTO SOCCORSO – In funzione del ruolo del Pronto Soccorso di “porta d’accesso” dei pazienti all’Ospedale per acuti, abbiamo previsto l’inserimento di una unità di personale medico, al fine di meglio garantire la presa in carico sicura dei pazienti e l’implementazione strutturata di percorsi diagnostico-terapeutici aziendali (Risorse destinate 85.000 euro).

NEUROPSICHIATRIA INFANTILE – Valutate le esigenze di risposta alle problematiche della Neuropsichiatria infantile e dell’adolescenza dell’Ambito territoriale di riferimento, si ritiene opportuno, con un investimento di 78.000 euro, potenziare l’area della valutazione logopedica (Disturbi Specifici di Apprendimento) e l’area della terapia psicomotoria di gruppo. A tal fine si rende necessario il potenziamento del personale logopedista e psicomotricista.

CENTRO DISTURBI ALIMENTARI – Prevista anche l’istituzione di un servizio dedicato alla diagnosi, alla cura e alla riabilitazione dei disturbi alimentari. La nuova unità d’offerta sarà caratterizzata dalla presenza di 10 posti letto per la riabilitazione in regime residenziale, di 2 posti letto di day hospital, di ambulatori specialistici per la presa in carico, di collaborazioni con l’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo, e troverà collocazione nelle pertinenze della struttura ospedaliera in un edificio ‘ex lavanderia’ da ristrutturare. Per questo servizio è previsto un investimento di circa 1.300.000 euro per la ristrutturazione e 700.000 euro circa per il personale.

AMMODERNAMENTO TECNOLOGICO – 420.000 euro sono destinati all’acquisizione di una risonanza magnetica aperta per la diagnostica articolare, considerata la rilevanza della patologia articolare nella popolazione, in particolare anziana, e l’elevato volume della casistica trattata.

4 COMMENTI

  1. Mahh non cerano soldini per la maternità e adesso saltano fuori addirittura CIRCA 3 milioncini di €.
    Sta storia mi ha disgustato in una maniera tale che non ho parole per descriverla.
    Basta basta per favore basta!

  2. Infatti…certo è che per garantire maggior sicurezza ,se solo avessero volutoi,un’alternativa alla chiusura c’era.
    Per quanto riguarda invece le cifre menzionate ,mi sorgono mille dubbi!

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here