Home Notizie In Val Seriana “Sulla mia pelle”, il film su Stefano Cucchi

In Val Seriana “Sulla mia pelle”, il film su Stefano Cucchi

Il protagonista Alessandro Borghi in una scena del film (da Wikipedia - Bart ryker)

Settant’anni fa, il 10 dicembre 1948, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvava la Dichiarazione universale dei diritti umani. Per celebrare il settantesimo anniversario, la Rete della Pace di Bergamo e il Coordinamento provinciale bergamasco Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani hanno organizzato una serie di iniziative.

Gli appuntamenti culmineranno lunedì 10 dicembre con una lettura a più voci dei 30 articoli della Dichiarazione. Dalle 18, in piazza Matteotti, diversi lettori si alterneranno in rappresentanza di varie associazioni di Bergamo. A leggere il preambolo della Dichiarazione sarà il sindaco Giorgio Gori. Al termine, si terrà  l’accensione di candele in collaborazione con Amnesty International.

Prima del reading, alle 17, sarà inaugurata la mostra fotografica Dream Slaves-Farm workers in Sicily, 2017-2018 (https://www.mariuszsmiejek.com/dream-slaves) all’interno di Palafrizzoni. In mostra ci saranno immagini della condizione dei migranti-braccianti in Sicilia, scattate dal fotografo Mariusz Smiejek.

A seguire, in serata, due proposte cinematografiche. Al Cinema Conca Verde di Longuelo (ore 20.30 – ingresso 5 euro) verrà proiettato il film “12 anni” con la collaborazione e il supporto di Cgil, Cisl e Uil. La pellicola, diretta da Álvaro Brechner, racconta l’Uruguay dei primi anni Settanta sotto il controllo di una dittatura militare. Una notte di autunno del 1973, tre prigionieri Tupamaro vengono portati via dalle loro celle nell’ambito di un’operazione militare segreta. L’ordine è chiaro: “Visto che non possiamo ammazzarli, li condurremo alla pazzia”. I tre uomini resteranno in isolamento per 12 anni. Tra di loro c’è anche Pepe Mujica, che diverrà presidente dell’Uruguay.

Al cinema di Pradalunga, alle 20,45, è invece prevista la proiezione del film “Sulla mia pelle” di Alessio Cremonini, il tragico racconto degli ultimi sette giorni di vita di Stefano Cucchi. La proiezione è organizzata in collaborazione con l’associazione Gruppo Liberamente, composto da una quarantina di giovani di Pradalunga. La visione del film è accompagnata dalla testimonianza di Rossana Noris, vicepresidente dell’associazione Stefano Cucchi Onlus.

1 COMMENTO

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here