Home Notizie Chiuso il centro d’accoglienza di Lizzola

Chiuso il centro d’accoglienza di Lizzola

Ha chiuso i battenti il Centro di accoglienza straordinaria di Lizzola (Cas). Gli ultimi 6 richiedenti asilo se ne sono andati sabato 30 novembre, scrivendo la parola fine su un’esperienza avviata da anni.

Il centro di Lizzola, negli anni scorsi, era diventato un caso nazionale per l’elevato numero di richiedenti asilo ospitati in rapporto agli abitanti della frazione di Valbondione. I migranti, infatti, erano arrivati anche ad essere un centinaio rispetto ai circa 150 residenti. Il numero si era poi abbassato, giungendo ad assesstarsi sulla cinquantina. Dalla primavera 2018 il centro era stato preso in gestione dalla Cooperativa “La Fenice” di Albino che lo ha poi condotto verso la chiusura. 

Soddisfatto il vicesindaco di Valbondione Walter Semperboni, che già prima di diventare amministratore aveva più volte sottolineato l’inopportunità di tenere aperto un Centro d’accoglienza in una frazione come Lizzola. «Uno dei punti del programma elettorale è stato rispettato – dice -. Ricordo che nessuno era contro gli immigrati, ma contro la modalità. Ringrazio Luca Blumer della Cooperativa La Fenice e la Prefettura perché sono stati interlocutori seri e onesti. Un grazie anche ai parlamentari bergamaschi Alessandra Gallone e Daniele Belotti per il supporto dato».

A maggio del 2018, a Valbondione, era stato aperto un altro centro, nella frazione di Gavazzo, chiuso circa un anno e mezzo fa.

2 COMMENTI

  1. I have a dream that one day right there in Valbondione little black boys and little black girls will be able to join hands with little white boys and white girls as sisters and brothers.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here