Home Notizie Difficoltà a trovare autisti e allora l’azienda di trasporti lancia la sua...

Difficoltà a trovare autisti e allora l’azienda di trasporti lancia la sua scuola

Nonostante il settore dell’autotrasporto sia in crescita, c’è una cronica difficoltà a reclutare nuovi autisti. Lo sanno bene le aziende del settore, che faticano a trovare giovani (e non solo) disposti a mettersi al volante.

La Nicoli Trasporti spedizioni di Albino ha trovato il modo per superare l’ostacolo: l’apertura di una scuola per giovani autisti. Un’opportunità soprattutto per giovani alla ricerca di un lavoro. «La nostra azienda si sta ampliando sul territorio nazionale con nuove sedi e filiali – afferma il direttore generale, ingegner Matteo Magoni -. Per questo, siamo alla ricerca di autisti, in tutti i nostri poli logistici: per sostenere lo sviluppo del business, servirebbero oltre 40 nuovi conducenti. Le abbiamo provate tutte: pubblicità sui giornali, video sui social, striscioni per le strade e anche “camion vela”. Ma con pochi riscontri. Così, a inizio 2019, abbiamo lanciato la “Nicoli Scuola Autisti”».

Avviata nello scorso aprile, la scuola è già arrivata al suo primo traguardo, mettendo in divisa sei nuovi conducenti, giovani fra i 21 e i 29 anni, che a breve prenderanno servizio. E, intanto, si aprono le iscrizioni per un altro corso. «La scuola è sempre aperta – continua l’ingegner Magoni -. Ha una durata di sei mesi, con un impegno di otto ore al giorno per cinque giorni alla settimana. La grande opportunità consiste nel poter accedere alla professione di autista, conseguendo a costo zero sia la patente che la Carta di Qualificazione del Conducente (CQC), che per l’azienda hanno un costo di circa 5.000 euro. Inoltre, nessuna tassa d’iscrizione e addirittura un rimborso spese che oscilla da 600 a 800 euro. Infine, fatto importante, è garantita l’immediata assunzione alla Nicoli Trasporti Spedizioni».

L’azienda, forte di 272 dipendenti, l’anno prossimo festeggia i 50 anni di attività, gli ultimi dei quali hanno fatto segnare un’espansione. Dal 2014 ad oggi c’è stata l’apertura di sette filiali e uffici commerciali in poli strategici, come porti commerciali e snodi stradali: Ravenna, Udine, Carimate, Livorno, Porto Marghera, Reggio Emilia e Torino. Ma dal 2020 anche Genova e Piombino. 

A Ghisalba, invece, l’apertura di una nuova piattaforma logistica in posizione mediana fra la Brebemi (A35) e l’A4 “Milano-Venezia”. Un’area di 80 mila metri quadrati, di cui 20 mila coperti, fino al 2014 occupata dalla Fabbrica italiana pallets e acquisita il 29 gennaio scorso. Un’operazione da 10 milioni di euro: 3 milioni di euro per l’acquisizione dell’area, mentre 7 milioni serviranno per riqualificarla, realizzando il nuovo centro logistico, a servizio di quelle aziende, soprattutto del settore siderurgico, che chiedono servizi aggiuntivi rispetto al semplice trasporto: stoccaggio, magazzinaggio, distribuzione. Nei capannoni, che verranno raddoppiati di superficie, troverà spazio anche l’officina meccanica, a servizio di tutto il gruppo. Poi, la sistemazione dei piazzali.

L’area di Ghisalba, inoltre, verrà utilizzata per ampliare altre due società della Nicoli Group: la Faro Store Auto, che gestisce un salone di automobili multimarca nuove e usate; e la Faro Store, una realtà commerciale per la vendita di prodotti ottenuti con la formula dello scambio merce. Albino, comunque, sarà sempre la cabina di regia del gruppo, con il centro direzionale e gli uffici amministrativi.

L’azienda inoltre sta puntando anche sul trasporto ecosostenibile. L’attuale flotta di proprietà è composta da 243 automezzi, con 389 rimorchi. Per il 2020 sono stati ordinati 50 mezzi “green”: i nuovi bilici a Liquefied Natural Gas, alimentati a gas naturale liquefatto (o bio-metano), la cui capacità inquinante è di molto inferiore a quella di un veicolo a gasolio anche di nuova generazione.

 

3 COMMENTI

  1. E vai nel quasi 2020, si continua ad incentivare il trasporto su gomma.
    Ma e prendere un pochino ino esempio da paesi a noi confinanti Svizzera, Austria, Germania. Un pochino, non di più.

  2. Benvenuto , autisti nuovi
    Risarcimento danni fino a 20.000 euro ( CCNL Trasporto e Logistica )..
    Così in Italia scaricano rischio di impresa sul dipendente (Autista) .

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here