Home Notizie È nata l’associazione “Amici dei pompieri di Gazzaniga”

È nata l’associazione “Amici dei pompieri di Gazzaniga”

Un grande abbraccio, oggi, per i pompieri di Gazzaniga. È arrivato da familiari, amici, autorità che si sono stretti attorno ai volontari del distaccamento della Media Valle Seriana in occasione del ricordo di Santa Barbara, protettrice dei vigili del fuoco.

La giornata è iniziata con la messa. Nel suo intervento dopo la celebrazione, il capo distaccamento Manuelo Chiodi ha annunciato una novità: la nascita dell’associazione di promozione sociale (aps) “Amici dei pompieri di Gazzaniga”. Il presidente è Pastore Servalli, che spiega: «Abbiamo costituito questa associazione soprattutto per riuscire ad avere i contributi che la Regione mette a disposizione per i distaccamenti di vigili del fuoco volontari della Lombardia. Tutti possono aderire, anche per darci una mano».

Tra gli obiettivi degli “Amici dei pompieri di Gazzaniga” anche «promuovere, sviluppare e incrementare l’attività del distaccamento; raccogliere fondi per l’acquisto di mezzi, attrezzature e materiale; creare un movimento di pubblica opinione a favore del volontariato pompieristico; promuovere e organizzare manifestazioni, mostre, rassegne».

«Sia privati sia aziende possono darci una mano attraverso contributi – aggiunge Luca Verzeroli -. L’associazione rilascerà una ricevuta che potrà essere utilizzata per avere detrazioni fiscali. Un altro modo per aiutarci è attraverso il 5 per mille. Prossimamente, comunque, ci faremo conoscere sul territorio e forniremo tutte le indicazioni necessarie».

Del resto, un distaccamento ha sempre bisogno di interventi, sia a livello di strutture che di mezzi. Lo ha ricordato nel suo discorso anche Manuelo Chiodi, sollecitando i sindaci: «Nella Bassa Bergamasca i Comuni serviti dal distaccamento di Romano hanno deciso di mettere a disposizione 0,37 euro per abitante in tre anni per finanziare l’acquisto di una nuova autoscala. Non è una polemica, voglio solo sottolineare la sensibilità che ho notato in Pianura. Mantenere un distaccamento di volontari sul territorio è importante».

Il capo distaccamento Manuelo Chiodi (a destra) con alcuni aspiranti volontari

Parole a cui ha fatto eco il sindaco di Gazzaniga Mattia Merelli. «Questo servizio è indispensabile, ma spesso lo diamo per scontato – ha detto -. Se non ci fosse, ne sentiremmo sicuramente la mancanza. Per questo motivo sono d’accordo che il distaccamento di Gazzaniga e i suoi vigili del fuoco vanno sostenuti. La caserma è una struttura comunale e i colleghi sindaci della zona ci danno una mano nei limiti del possibile per mantenerla. Mi piace ricordare che pochi anni fa abbiamo dato il nostro contributo per cambiare i portoni, contribuiremo al rifacimento dell’ingresso (spesa sostenuta in parte anche dal distaccamento, ndr), la vigilia di Natale approveremo il progetto per il rifacimento del tetto. Cerchiamo di fare il possibile».

Oltre al primo cittadino di Gazzaniga, erano presenti anche sindaci e amministratori dei paesi vicini. Insieme a loro anche la senatrice Alessandra Gallone e l’assessora regionale al Turismo Lara Magoni, oltre ad altre autorità civili e militari. Nei diversi interventi sono state più volte spese parole di ringraziamento per il lavoro prestato dai 29 volontari del distaccamento (a cui dovrebbero aggiungersene presto altri 6) a servizio del territorio.

Prima del pranzo finale, c’è stata anche una sorpresa. Dall’autoscala, grazie alla collaborazione di vigili del fuoco di Como, è stato srotolato un tricolore lungo ben 13 metri mentre gli altoparlanti diffondevano le note dell’inno nazionale.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here