Home Notizie Zero Pollici, lockdown e dipendenze

Zero Pollici, lockdown e dipendenze

Come hanno affrontato i giovani il periodo del lockdown?

Nei mesi scorsi con il Coronavirus abbiamo visto qualcosa di davvero inimmaginabile e a cui non eravamo probabilmente preparati, non solo sul piano sanitario, anche psicologico. Ne hanno inevitabilmente sofferto di più le fasce più deboli della nostra popolazione. Tra questi anche i giovani che nel loro percorso di crescita spesso hanno dovuto fare i conti con il Covid-19. Ancora di più quelli con problemi legati alle dipendenze.

Ne abbiamo parlato con don Chino Pezzoli, fondatore della Comunità Promozione Umana nei giorni scorsi a Clusone.

Con don Mario Sozzi, della Comunità Promozione Umana, abbiamo parlato anche di fede. Le bare che lasciano Bergamo sui camion dell’esercito, le persone che hanno dovuto affrontare la morte da sole negli ospedali, l’isolamento delle persone: sono tanti i momenti che possono avere messo a dura prova la fede delle persone. O allo stesso tempo la fede può avere sorretto molti nei momenti più difficili.

Durante il momento della prova spesso ci aggrappiamo alla speranza. La speranza, in tutte le sue sfaccettature, è al centro dell’ultimo libro di don Chino Pezzoli, pubblicazione con sottotitolo “Un piccolo fiore da innaffiare ogni giorno”.

Che cos’è Zero Pollici – leggi qui https://myvalley.it/2020/06/nasce-zero-pollici-un-appuntamento-per-ripartire-insieme/

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here