Home Notizie La Lombardia tornerà zona arancione

La Lombardia tornerà zona arancione

La Lombardia dovrebbe tornare zona arancione già da domenica 24 gennaio. Ci sarebbe stato un errore nei dati che la scorsa settimana avevano portato il Ministero della Salute a includere la regione tra quelle in zona rossa. Ma sulla responsabilità si assiste a un rimpallo tra Regione e Governo.

Dal Ministero della Salute si fa riferimento a una rettifica inviata dalla Regione mercoledì 20 gennaio relativa ai dati forniti la scorsa settimana. Rettifica evidenziata anche dall’Istituto superiore di sanità (Iss) che proprio per questo ha ritenuto necessaria una rivalutazione. Secondo la Regione, invece, l’Iss avrebbe “sovrastimato” l’indice Rt della Lombardia .

Il governatore Attilio Fontana, nel pomeriggio ha scritto su Facebook: «La Lombardia deve essere collocata in zona arancione. Lo evidenziano i dati all’esame della Cabina di regia, ancora riunita. Abbiamo sempre fornito informazioni corrette. A Roma devono smetterla di calunniare la Lombardia per coprire le proprie mancanze».

Comunque sia, il Ministro della Salute Roberto Speranza dovrebbe firmare l’ordinanza che riporterà la Regione in zona arancione.

Nel frattempo, non si sono fatte attendere le reazioni. Sulla vicenda è intervenuto il consigliere regionale di Azione Niccolò Carretta: «Se le indiscrezioni di queste ore fossero confermate, e cioè che il Ministero della Salute ha emanato, il 16 gennaio, un’ordinanza di zona rossa per la Lombardia su dati in ritardo sulla situazione reale, esse rappresenterebbero un nuovo elemento di una gravità disarmante. Se Regione Lombardia, dunque, avesse sbagliato metodologia per calcolare l’indice Rt, con l’effetto di penalizzare attività chiuse in zona rossa e studenti in didattica a distanza, saremmo di fronte all’ennesimo grossolano errore davanti agli occhi dei lombardi. Auspico dunque che, al netto della sentenza del Tar rinviata a lunedì e dell’eventuale ammissione di colpe da parte della struttura lombarda, l’Assessore Moratti e il Presidente Fontana vengano in Aula a riferire di quel che sta accadendo in queste ore eventualmente mettendo sul piatto un cambio radicale di metodologia per la raccolta e la trasmissione dei dati al Ministero».

«Il Governo prenda atto degli errori commessi fino ad oggi e faccia tornare subito i Lombardi a lavorare – commenta invece l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Guido Guidesi -. Roma la deve smettere con questo attacco e questo astio nei confronti del sistema produttivo Lombardo e in generale di tutti i lombardi. Regione Lombardia – conclude Guidesi – utilizzerà tutti gli strumenti a sua disposizione per tutelare i propri cittadini e lo farà fino a quando la situazione non cambierà».

Interviene anche il consigliere regionale del Partito democratico, Jacopo Scandella: «Regione Lombardia, con una nota, afferma di aver inviato alla Cabina di regia ‘una serie di dati aggiuntivi’ che giustificherebbero il passaggio da zona rossa ad arancione. Appare sempre più probabile che i dati forniti la scorsa settimana dalla Regione fossero incompleti o sbagliati; ora attendiamo la conferma e quindi, se così fosse, l’ordinanza conseguente. Sarebbe davvero incredibile e anche un po’ surreale. Io chiedo solo che le cose vengano fatte con criterio e i dati non vengano aggiustati a piacimento. Perché questo non è un gioco».

In serata ha parlato di nuovo Fontana. «Per quanto riguarda la trasmissione dei dati, Regione Lombardia ha sempre mandato dati puntuali, precisi e corretti. Contesto nella maniera più vibrata le false notizie che girano circa presunte irregolarità nella trasmissione. I dati sono stati sempre mandati in maniera puntuale, trasparente e precisa».

13 COMMENTI

  1. A confronto l’ARMATA BRANCALEONE, era un esercito di BALUARDI CONDOTTIERI che conquistò il mondo. Questi sono molto peggio, ma il vero problema è che noi ci dobbiamo anche fidare e fare quello che ci dicono, perchè senno ci sono le sanzioni. Ma dove cappero siamo, ma fino che a punto ci vogliono prendere per il c….. Almeno ci diamo quanto dovuto, perchè cosi non si può continuare, NON SE NE PUò Più. Grazie, Saluti.

  2. Ma di sta scrivendo precisamente, di Fontana che giustificava l’addio di Gallera col fatto “che era un poco stanco” , o di chi altro? Si spieghi non sia così allusivo senza prendere una posizione precisa❓

  3. E cosa cambia scusate? Non cambia assolutamente niente, resta uguale anche la presa per il c…di cui parla il Sig. MAXB

  4. Non c’entra niente se cambia qualcosa o meno…il punto problematico è riuscire a capire se siamo amministrati da incompetenti pasticcioni a Milano o a Roma. Io protendo verso entrambi i luoghi.
    Da questa soluzione ne discendono i danni passati, presenti e futuri del nostro Paese martoriato dalla pandemia con l’aggravante di una classe politica che quella che è.

  5. Gentile Sig. ? , il commento è chiaro e comprensibile a chi sa leggere, e non è politico, come pensa lei. Se vuole esprimere la sua opinione, per le prossime volte le chiederei la cortesia di commentare la notizia, e non i commenti degli utenti. Grazie, Saluti.

  6. Io un idea mela son fatta, visto quanto accaduto qui nella nostra Valle quasi un anno fa, e per fortuna non accaduto in nessun altra regione. Come in questo caso di dati inviati erroneamente, non accaduto in nessuna altra regione. La nostra regione ha bisogno di un nuovo governo regionale ed al più presto! Ma si sa la memoria di alcuni, tende ad azzerare ogni pochi mesi, mai capito il perché di sto fatto memorie corte, mahh sarà colpa del clima.

  7. Quesiti, qual é lo schieramento politico-politicante che fin d’ora ha utilizzato la pandemia per il proprio tornaconto elettorale?
    Li sta la soluzione del dilemma, chi ha usato la Lombardia come un ariete per sfondare a Roma?

  8. la morte della montagna CAUSATA dall’incompetenza di persone che, con un titolo di studio si permettono di trattarci come se fossimo alla ruota della fortuna per vedere che numero esce per domani!!
    V E R G O G N A lo dico da tempo, lo ripeto e non finirò di dirlo sino a quando avrò voce!
    V E R G O G N A nel lasciar morire la nostra montagna che vive molto di quei pochi mesi di neve
    V E R G O G N A per aver creato un sistema di odio tra persone
    V E R G O G N A per la crescita che stiamo dando ai nostri figli nell’affermare che la DAD si ottima come per i banchi a rotelle che mancano nella testa di qualcuno!
    V E R G O G N A
    quindi, lunedì i nostri figli tornano a scuola??👍🙄🥳🥳
    V E R G O G N A

  9. Io non riesco proprio a capire come si fa a sbagliare il conteggio dei dati…..penso che prendono tutto superficialmente Nonostante tutto quello che è accaduto nella nostra Valle…, penso che una volta che hanno preso una poltrona la vogliono tenere a tutti i costi come fanno al governo a discapito della popolazione……ma spero di sbagliarmi

  10. Io un idea me la sono fatta: a Milano non sanno scrivere e a Roma non sanno leggere. Quindi……

  11. Mmh pare che non sia proprio così Benpelo, pare che a Roma datosi che probabilmente contro tutto quello che può sembrare, sappiano leggere, quando arrivati i dati dai lumbard i romanacci abbiano contattato gli stessi per domandare loro, ma siete sicuri di ciò inviatoci? A sto punto i lumbard (incazzandosi ed avviando ricorsi) hanno rifatto i calcoli col pallottoliere, ed han capito che forse avevano usato il pallottoliere sbagliato per i primi calcoli. Ed allora i lumbard hanno rinviato dati finalmente esatti. E “tutti” vissero (sic) felici e “contenti”.

  12. L’ennesima sfortuna della Lombardia é quella di essere governati da personaggi che stanno usando la pandemia per la loro campagna politica, pensano che la Lombardia sia un Ariete per sfondare a Roma, come già accaduto parecchi anni fa. Ma i tempi sono cambiati, le vicende di Trump negli USA dovrebbero aver loro insegnato qualcosa, ma purtroppo non é così, e chi ci va pesantemente di mezzo sono i lombardi cioè noi.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here