Home Notizie Racconti di Ieri, nel 2021 il 220esimo anniversario dell’intitolazione di Clusone a...

Racconti di Ieri, nel 2021 il 220esimo anniversario dell’intitolazione di Clusone a città

Nel 2021 ricorre il 220esimo anniversario della proclamazione di Clusone a città. Una lapide, posta nel 1957 nell’area esterna del palazzo municipale, ricorda i fatti del 12 novembre 1801, quando ai tempi della Repubblica Cisalpina venne assegnato il titolo.

La conferma avvenne il 4 gennaio del 1802 quando Napoleone convocò a Lione i comizi per il passaggio dalla Repubblica Cisalpina e il Regno d’Italia. Presenti 40 delegati delle città della Repubblica. A rappresentare Clusone fu invitato Pierantonio Brasi.

Il titolo di città implicava la sede di una delegazione governativa. Con la Repubblica Cisalpina, il Distretto delle Sorgenti del Serio aveva come capoluogo Clusone. Qui erano ubicati una vice prefettura, un ufficio registro, una dispensa di sale e tabacchi, una sede di un tribunale, di un carcere e di una pretura (che rimane anche sotto il dominio austriaco).

Con il Regno d’Italia Clusone è confermato come capoluogo di distretto e ottiene anche l’intendenza della finanza, la luogotenenza dei carabinieri e il ginnasio. Nel 1861 con l’Unità d’Italia Clusone è capoluogo di uno dei tre distretti bergamaschi, il distretto di Clusone, con più di 50.000 abitanti (Clusone, Lovere e Gandino). Sarà in seguito il territorio di Lovere a incrinare, con le sue richieste, il ruolo di Clusone.

Il titolo di città restò anche con lo Stato Italiano, anche se il titolo andò in disuso. Il 15 marzo 1957 un decreto del Presidente della Repubblica riassegna il titolo di città a Clusone.