Home Notizie Brescello e Ardesio insieme per promuovere le due località turistiche

Brescello e Ardesio insieme per promuovere le due località turistiche

Ardesio Brescello rapporti
Nella foto allegata: da sinistra Stefania Verzeroli, Gabriele Delbono, Elena Benassi, Simone Bonetti e Alessio Marani davanti al Municipio di Brescello, 15 gennaio 2022

Custodi di arte, cultura e storia, Brescello e Ardesio, due piccoli comuni geograficamente distanti ma affini su diversi aspetti sono uniti non solo nel segno di un’amicizia nata alcuni anni fa ma anche nella volontà di promuovere le due località turistiche attraverso un’azione di promozione strategica condivisa. Una collaborazione che è stata al centro dell’incontro svoltosi nella mattinata di sabato 15 gennaio tra le amministrazioni comunali di Brescello (RE) e Ardesio (BG), e degli enti turistici dei rispettivi paesi; un passo importante per la costruzione di un progetto sinergico volto alla creazione di una comunicazione condivisa finalizzata alla promozione e valorizzazione turistica delle due località che seppur distanti condividono la dimensione del piccolo borgo e la presenza di importanti aree fluviali (quella del Po e del Serio) e sono rappresentative della bellezza della provincia italiana sotto vari aspetti storico, artistico, culturale ed enogastronomico.

Presenti all’incontro la sindaca di Brescello Elena Benassi e il membro del Cda della Fondazione Paese di Don Camillo e Peppone Alessio Marani (e in videoconferenza il presidente della Fondazione Ivan Chiesi e la vicepresidente Alice Biacca) che hanno accolto nel municipio di Brescello il vicesindaco e presidente di Vivi Ardesio Simone Bonetti, il presidente della Pro Loco Ardesio Gabriele Delbono e la segretaria di Vivi Ardesio Stefania Verzeroli.

L’incontro è stata l’occasione per gettare le basi della collaborazione che vedrà coinvolti i due paesi nel 2022, protagonisti di una campagna che punta a promuovere i due territori, le bellezze naturalistiche, i luoghi, l’arte, la cultura, la storia, l’enogastronomia ma anche l’accoglienza e l’ospitalità attraverso lo sviluppo di una campagna di comunicazione turistica integrata. Mentre la delegazione di Ardesio nel fine settimana ha avuto ancora una volta l’opportunità di scoprire quanto Brescello ha da offrire ai turisti ad agosto, in occasione del festival cinematografico Sacrae Scenae, la sindaca di Brescello ha visitato il piccolo comune bergamasco gettando le basi per la nascente collaborazione.

Nell’accordo che sarà siglato entro marzo dalle due amministrazioni di Brescello e Ardesio e dei rispettivi enti turistici “Fondazione Paese di Don Camillo e Peppone” e “Vivi Ardesio” saranno evidenziati gli obiettivi comuni e la volontà di sensibilizzare visitatori italiani e stranieri, attraverso la campagna e le azioni di promozione, alle risorse dei rispettivi territori: in particolare ad un turismo consapevole interessato alla storia e ai segni impressi dalla storia nei tanti luoghi portatori di cultura e di conoscenza diffusi, monumenti, edifici e luoghi di culto, patrimoni, ambienti naturali e ciclo-pedonali, paesaggi, testimonianze, archivi, ricordi e bellezze artistiche.

“Siamo molto entusiasti di questa nascente collaborazione, frutto di un’amicizia di ormai diversi anni tra le nostre due realtà, apparentemente distanti, non solo geograficamente, tuttavia così affini nell’essere custodi di arte, storia e cultura – commenta la sindaca di Brescello Elena Benassi -. Entrambi gli enti deputati al turismo e all’accoglienza locale dei due comuni potranno operare insieme per sviluppare originali e accattivanti proposte turistiche, per tutte le stagioni, inserendo tra le proprie offerte reciproci vantaggi, progetti di itinerario, promozioni sui servizi al visitatore, in grado di estendere l’interesse per le due comunità rappresentate. Alla base della sinergia per la promozione dei luoghi, della cultura e dei territori vi sarà lo sviluppo di una comunicazione turistica integrata che sarà rappresentativa della bellezza della provincia italiana, dal crinale lombardo alla bassa pianura emiliana, dal punto di vista storico, paesaggistico, naturale, eno-gastronomico e, non ultimo, sotto il profilo dell’accoglienza e dell’ospitalità”.

È con rinnovato entusiasmo che lanciamo questa nascente condivisione d’intenti con Comune e Fondazione di Brescello – commenta Simone Bonetti, vicesindaco di Ardesio e presidente di Vivi Ardesio. Per Ardesio una nuova straordinaria opportunità di visibilità e di promozione in un paese fulcro della storia italiana, custode di un patrimonio artistico, naturale e gastronomico d’eccellenza. Siamo molto contenti di creare una strategia comunicativa univoca che possa darci un nuovo sbocco in un’altra importante zona dell’Emilia Romagna, regione particolarmente ricca di turismo. Ringrazio la sindaca Elena Benassi per aver accolto questa proposta e la Fondazione Paese di Don Camillo e Peppone per voler siglare con noi questo importante accordo”.

Per informazioni visitare: viviardesio.it e visitbrescello.it