Circolo «Foto93», premiati i vincitori del concorso

    Il vincitore Roberto Marchi (secondo da destra) premiato a Villa d'Ogna

    Uno scatto dedicato agli artisti di strada si è aggiudicata il concorso promosso dal Circolo «Foto93». Le premiazioni ieri sera, durante il penultimo concerto del festival «Armonie sull’alto Serio e Sebino», ospitato dal teatro Forzenigo di Villa d’Ogna. Una serata all’insegna della creatività, che ha visto protagonisti anche i giovani del Vdo Art Group, in un incrocio di musica, arte e fotografia. Non è mancata nemmeno la solidarietà, con la presenza dell’Associazione Cure Palliative.

    Il concorso «Lungo la strada» è stato un successo, come conferma Francesco Bellini, del Circolo di Villa d’Ogna: «Questa edizione ha superato ogni nostra aspettativa: abbiamo ricevuto 290 opere, inviate da 67 autori un po’ da tutta Italia. Il più lontano abita a Palermo, ma sono arrivate foto anche da Roma, Genova, Rimini, oltre alle province vicine a Bergamo».

    La giuria, presieduta da Giuseppe Zanchi, fotografo amatoriale di Sarnico, era composta dal presidente del Circolo «Foto93» Ivan Colombo e da Francesco Bellini, oltre ai giurati Fiaf (Federazione italiana associazioni fotografiche) Giuliano Zanoletti e Roberto Balduzzi. «Il livello delle opere era molto alto, abbiamo faticato a trovare i vincitori – spiega ancora Francesco Bellini -. Dopo una prima scrematura abbiamo selezionato 25 foto. Tra queste ne sono state individuate sei e quindi abbiamo scelto i tre vincitori».

    La foto vincitrice
    La foto vincitrice

    Il concorso è stato vinto da Roberto Marchi con la foto «Teatro di strada», al secondo posto Claudio Rizzini con «La strada è vita», al terzo Giovanni Biacchi con «New York». Sono state invece segnalate le opere «La strada è vita n°2» di Claudio Rizzini, «Siesta» di Pietro Manenti ed «Echi di giochi perduti» di Lucrezia Albani. «Si è giudicato anzitutto l’aspetto espressivo dell’imamgine, oltre all’elaborazione. Abbiamo inoltre valutato se il titolo dell’opera rispecchiava quello che noi abbiamo percepito immediatamente», aggiunge Francesco Bellini.

    Claudio Rizzini (a sinistra) accanto a Francesco Bellini
    Claudio Rizzini (a sinistra) accanto a Francesco Bellini

    «La foto vincitrice si è fatta notare sin dalla prima scrematura. Ci ha colpito per l’espressività del momento, per la naturaleza dei movimenti e l’armoniosità dei soggetti all’interno dell’opera. Anche i complementi della foto, quindi gli spettatori, era posizionati molto bene. La scelta è stata difficile, anche l’opera giunta seconda è risultata molto espressiva, rispecchiando a pieno i canoni della street photography. Insomma, è stata una bella lotta», sottolinea ancora Bellini.

    Un momento del concerto con la Caffè Nerobollente band
    Un momento del concerto con la Caffè Nerobollente band

    Dopo le premiazioni, la serata è continuata con il concerto della Caffè Nerobollente band con brani del repertorio napoletano, musica swing, jazz e blues. Come nella tradizione del festival, sono state poi premiate alcune personalità del territorio: il giornalista Enzo Valenti, il presidente del Rotary Club Cortefranca Paolo Curti e Giovanna Bonaldi per il suo impegno nel volontariato.

    LASCIA LA TUA OPINIONE

    Please enter your comment!
    Please enter your name here