Home Notizie Hospice Vertova, in dieci anni assistiti 1600 malati

Hospice Vertova, in dieci anni assistiti 1600 malati

L'Hospice all'esterno

Dieci anni fa apriva l’hospice di Vertova. Ha accompagnato, con il suo personale, più di 1500 malati terminali durante il loro viaggio più difficile: quello verso la fine della vita. Una realtà preziosa che tante famiglie, in momenti difficili, hanno potuto conoscere e apprezzare.

Domani (sabato 2 dicembre) i dieci anni dell’hospice verranno ricordati con il “Concerto di Natale”, organizzato dall’Associazione volontari e sostenitori in memoria della signora Luciana Previtali Radici. Alle 20,45, nella sala polivalente della Fondazione Cardinal Gusmini, si esibirà il coro Legictimae Suspicionis.

«Ricorrono dieci anni dall’apertura dell’hospice, ma anche dalla nascita dell’Associazione volontari. Un gruppo, questo, che ha visto tra i soci fondatori e come presidente onorario la signora Luciana Previtali Radici – sottolinea Stefano Testa, presidente della Fondazione “Cardinal Gusmini” -. La signora Luciana è stata il classico esempio di imprenditoria illuminata e di mecenatismo particolarmente attento al mondo sociale. Porto nei miei ricordi le varie occasioni di incontro come momenti di aperto confronto sui vari temi del sociale. In più occasioni ricordo le sue telefonate per sincerarsi delle condizioni di alcuni degenti. Anche nei momenti in cui si è trovata lei ad affrontare problemi di salute, il suo interesse e la sua vicinanza non sono mai mancati».

Luciana Previtali Radici e Stefano Testa

L’attenzione all’hospice da parte di Luciana Previtali Radici si è fatta sentire anche nel momento in cui è venuta a mancare. «Un suo lascito testamentario – prosegue Testa – ci ha consentito di finanziare per il secondo anno consecutivo il progetto di infermiere aggiuntivo. Una figura professionale specializzata in cure palliative che va ad integrare lo standard già elevato di assistenza ai malati in fase avanzata».

E sono davvero tante le persone che in questi dieci anni hanno trovato attenzione e cura negli spazi della Fondazione “Cardinal Gusmini”. «Dall’apertura ad oggi all’hospice di Vertova sono passati circa 1600 persone – aggiunge il presidente – . Bisogna tenere conto che nei primi anni i posti letto erano 8 e successivamente sono diventati 12. Un numero limitato, anche se questo non ha impedito alla struttura di accompagnare molti malati. Possiamo dire che, contando anche i familiari, tra le 5 e le 6 mila persone hanno vissuto l’esperienza del nostro hospice».

Il gruppo dei volontari

Sono numeri importanti anche quelli dell’Associazione volontari. «Grazie alla vicinanza e al contributo di tante persone, in questi dieci anni abbiamo raccolto più di 200 mila euro – conclude Testa – . Soldi che sono stati destinati per intero alla formazione del personale e, soprattutto, al miglioramento di qualità di cura e di assistenza delle persone».

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here