Home Notizie Una delegazione di Premolo a Camerino

Una delegazione di Premolo a Camerino

Una delegazione di Premolo, guidata dal parroco don Gianluca Colpani e dal sindaco Omar Seghezzi, ha raggiunto di nuovo Camerino. L’occasione: due inaugurazioni importanti, il taglio del nastro della nuova scuola dell’infanzia (una struttura di circa 400 mq) e l’avvio di un importante cantiere.

La comunità del paese dell’Alta Valle Seriana continua ad alimentare in questo modo il rapporto di gemellaggio avviato alla fine del 2017 con la cittadina in provincia di Macerata (Marche).

Insieme alla scuola materna paritaria Santa Maria Ausiliatrice, con la cerimonia è stato aperto anche l’asilo nido Felice Cambriani, strutture realizzate grazie alla solidarietà espressa da tanti territori italiani. Presenti alla cerimonia numerose autorità: il vescovo mons. Francesco Massara, il presidente della Regione Luca Ceriscioli e il sindaco Gianluca Pasqui.

«Siamo contenti di essere qui in questa giornata – afferma il parroco di Premolo don Gianluca Colpani -. Siamo venuti a condividere un momento di gioia di questa comunità che si è concretizzato nell’apertura della nuova scuola dell’infanzia. Anche la nostra comunità di Premolo ha contribuito, grazie all’aiuto di tante persone. Dopo varie vicissitudini siamo contenti di vedere questa apertura, importante per il bene di questa comunità e in particolare delle famiglie più giovani. Successivamente ci hanno illustrato il progetto per la riqualificazione della Basilica di San Venanzio. Speriamo di potere tornare tra qualche mese e potere entrare nella chiesa ridonata a questa bella città».

Il commento del parroco di Camerino

«Questa è una giornata molto importante per la nostra città con l’inaugurazione dell’asilo e l’apertura dei lavori alla basilica di San Venanzio – afferma il parroco di Camerino don Marco Gentilucci -. Ci riprendiamo alcuni pezzi di vita normale dopo il terremoto. Oggi non possiamo che essere felici e ringraziare i tanti amici che sono arrivati da tutta Italia a incoraggiarci e festeggiare con noi. Il lavoro è ancora tanto, ma iniziamo a vedere i frutti».

I lavori dovrebbero terminare entro Natale.

San Venanzio a Camerino

 

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here