Home Notizie Lia Levi, incontro a Casnigo fra letteratura e Shoah

Lia Levi, incontro a Casnigo fra letteratura e Shoah

Il teatro del Circolo Fratellanza

Lunedì 25 marzo alle ore 20.30 presso il Teatro Fratellanza di Casnigo (Bg), è in programma l’incontro con la scrittrice Lia Levi, insignita nel giugno 2018 del Premio Strega Giovani. La serata, moderata da Roberto Squinzi, è inserita nel ciclo “Ritratti –incontri con gli autori del XX secolo” avviato lo scorso anno dall’Associazione Teatro Fratellanza ed è inserita nel ciclo di eventi della sesta edizione della rassegna “La Vallata dei Libri Bambini” in corso di svolgimento (sino a fine marzo) in Media Val Seriana.

Scrittrice e giornalista, Lia Levi nasce a Pisa da famiglia piemontese di origine ebraica. Agli inizi degli anni ’40 i Levi si trasferiscono a Roma. Da bambina Lia ha subito le leggi razziali del ’38 istituite da Mussolini. Riuscì a salvarsi dalle deportazioni nascondendosi con le sorelle nel collegio romano delle Suore di San Giuseppe di Chambéry. È autrice sia di romanzi per adulti sia per ragazzi. Con il romanzo d’esordio «Una bambina e basta» vinse nel 1994 il “Premio Elsa Morante” opera prima. Altri riconoscimenti alla brava scrittrice romana sono il Premio Grinzane Cavour, sezione saggistica 2001 per il libro «Che cos’è l’antisemitismo?», il premio Andersen, libro dell’anno 2005 con «La portinaia Apollonia», il Premio Rodari 2008 con «Un cuore da Leone», il Premio Moravia 2011 con «L’albergo della magnolia» e il Premio Strega Giovani 2018 con «Questa sera è già domani». La serata di Casnigo è ad ingresso libero.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here