Home Notizie Coro Idica in partenza per i Paesi Baltici

Coro Idica in partenza per i Paesi Baltici

Il Coro Idica di Clusone si sta preparando per sbarcare nei Paesi Baltici, dove effettuerà una interessantissima tournée con importanti concerti insieme a cori locali.

La partenza martedì 24 settembre, con arrivo a Riga, in Lettonia, dove la sera stessa il Coro Idica, insieme al Coro Femminile “Delta” si esibirà presso la Sala delle Cerimonie dell’Università di Riga.

L’invito è pervenuto al Coro anche grazie alle relazioni aperte dal Rettore dell’Università degli Studi di Bergamo, il professore Remo Morzenti Pellegrini. L’Ateneo orobico ha in atto da tempo uno scambio culturale molto intenso e proficuo con l’Università di Riga.

Una comitiva dell’Università degli Studi di Bergamo è appena rientrata da Riga.

Il giorno successivo il Coro, dopo una visita in battello a Riga, la capitale Lettone, partirà alla volta della Collina delle Croci, un sito commemorativo che, come Riga e Vilnius (Lituania), è patrimonio dell’Unesco.

Nei giorni seguenti il Coro visiterà l’Università di Vilnius, i giardini botanici, Vilnius e anche l’antica città di Trakay distante pochi chilometri da Vilnius, sempre con un percorso tra visite ed esecuzioni canore.

Sabato 28 il concerto conclusivo presso la chiesa di Saint Jhons a Vilnius, organizzato per loro dal Coro “Pro Musica”, ospite a Clusone del Coro Idica durante l’ultima edizione del Festival lnternazionale dei Cori.

Un momento quindi di incontro con un’ensemble vocale che già conosce Clusone, città natale del Coro Idica, con il quale avrà il piacere di chiudere il concerto in bellezza, cantando all’unisono “Signore delle cime”.

Domenica 29, prima della partenza, sempre insieme al Coro Pro Musica, il Coro Idica allieterà la Santa Messa presso la Chiesa di tutti i Santi in Vilnius, per poi rientrare in italia.

Il gruppo in partenza è composto da coristi, mogli e amici che sono soliti accompagnare il Coro sia per la gioia di stare in compagnia, sia per potere visitare luoghi in genere non contemplati dai programmi turistici, ma accessibili grazie all’attività del Coro.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here