Home Notizie Giornata di grandi emozioni a Parre con il Social Party

Giornata di grandi emozioni a Parre con il Social Party

Giornata di festa davvero per tutti e carica di emozioni al Pala don Bosco a Parre. Nel pomeriggio (di ieri, sabato 30 novembre) con la seconda edizione del Social Party, si è tenuto un convegno su sport e disabilità.

Ospiti, moderati da Lucia Castelli insegnante di educazione fisica e psicopedagogista del Settore Giovanile della società calcistica Atalanta B.C., l’atleta paralimpico Oney Tapia e il maestro di sci Mauro Bernardi.

«Per celebrare la Giornata internazionale delle persone con disabilità del 3 dicembre – ha detto Castelliabbiamo fatto questo convegno su sport e disabilità con due ospiti di eccezione. Oney Tapia e Mauro Bernanrdi ci hanno dato l’occasione di sviluppare problematiche che ragazzi e persone disabili devono affrontare quando vogliono avvicinarsi al mondo dello sport. Tutti hanno diritto di fare sport, lo dice bene anche l’Onu. Chi si occupa di sport a vari livelli deve favorire e rimuovere tutti gli ostacoli affinché tutte le persone, di ogni continente, di ogni credo, genere, abili e meno abili, possano praticare lo sport che più si addice alle proprie caratteristiche».

Bernardi, sulla carozzina dopo un incidente con il camion, ha trovato una nuova missione: insegnare ai disabili a sciare. «Lo sport è stata la chiave per trovare la voglia di tornare a vivere – ha detto Bernardi -. Mi sono accorto che non potevo fare le stesse cose, ma grazie allo sport ho capito che potevo ancora mettermi in gioco e scoprire di avere ancora doti e qualità da mettere in pratica. Bisogna imparare a convivere con la condizione di disabilità, quando ci si riesce s’inizia a volersi bene e comprendiamo che siamo ancora parte del mondo»

«Per una persona con disabilità è molto importante fare sport – ha aggiunto Tapia -. Trovarsi con ragazzi che hanno la stessa situazione è come sentirsi in una grande famiglia. I ragazzi entrano in questo modo in confidenza con se stessi e capiscono che non sono soli. Inoltre, quando vedono che ci sono persone che danno il tempo libero a questa causa trovano nuovi stimoli».

Dopo il convegno si è tenuta una partita di calcio tra giovani calciatori dell’Accademia Val Seriana e gli Insuperabili, poi la cena e il concerto dei “Tri Brut e u bel band” e in conclusione l’intrattenimento musicale con Dj Max. L’evento è stato coperto anche da una diretta radio attraverso la regia modile sul camper di Radio Like.

«Una seconda edizione all’altezza della prima, sia come contenuti, sia come clima della giornata, all’altezza delle aspettative. Siamo molto soddisfatti. Sicuramente ci sarà una terza edizione»: ha commentato Silvana Catania, presidente della Cooperativa Sottosopra.
«Pro Loco Parre – ha detto il vicepresidente Fabio Tresoldi – è stata onorata di partecipare a questa seconda edizione del Social Party che si è rivelata un momento importante di confronto tra associazioni e relative attività create con l’obiettivo di permettere una reale integrazione per persone fragili e disabili. Il contributo del campione paraolimpico Oney Tapia è stata la ciliegina sulla torta. Con la sua testimonianza ci ha trasferito una grande carica, una motivazione forte per andare avanti nel percorso intrapreso da associazioni dedicate a questo tema, dove anche la Pro Loco Parre deve e vuole dare il suo contributo. Pro Loco Parre c’è e ci sarà. La strada per l’integrazione è lunga e tortuosa, ma piena di opportunità per chi ha bisogno e per chi si vuole dedicare a soddisfare questo bisogno. Pro Loco Parre vuole essere, per quanto gli sarà possibile, un punto di riferimento su questo tema, che rappresenta la sua terra e la sua gente».
«Il convegno è stato qualcosa di incredibile – ha detto il presidente di Idem Bono Morstabilini -. Le esperienze che sono state condivise hanno dato una carica ai ragazzi presenti in sala. Tapia e Bernardi hanno creato un’atmosfera unica. Hanno trattato la disabilità con leggerezza, trasmettendo al tempo stesso messaggi importanti. Molto emozionante. Bellissimo anche vedere la squadra degli Insuperabili sul campo. Grazie anche all’Accademia che ha creduto a questo momento. Cena e dopocena ci hanno entusiasmato. Sono stati momenti bellissimi».
«Per il secondo anno consecutivo, con estrema soddisfazione, – ha affermato il sindaco Danilo Cominelli – abbiamo ospitato il Social Party, evento che promuove l’integrazione con gli amici disabili. Evento organizzato dalla cooperativa Sottosopra, dall’associazione Idem e dalla Pro Loco di Parre. È stata una giornata speciale. Abbiamo avuto l’onore e il piacere di avere tra noi il paraolimpico Oney Tapia e il maestro di sci Mauro Bernardi che in un emozionante convegno hanno parlato delle loro esperienze di vita. Persone che hanno fatto sì che la loro disabilità sia diventata un punto di forza. Uno stimolo per tutti e un motivo per credere che nelle difficoltà anche gravi la forza di volontà ti fa fare cose incredibili. Non facciamo differenze tra abili o disabili, ognuno ha abilità diverse! Un grazie a tutte le associazioni di Parre che hanno supportato l’evento e che hanno permesso la buona riuscita di questa giornata».

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here