Home Notizie Castione, un monumento e un cedro per le vittime della pandemia

Castione, un monumento e un cedro per le vittime della pandemia

Domenica 25 ottobre, al mattino, Castione della Presolana si ferma. Sarà la “Giornata della Memoria e della Riconoscenza”.

Il Comune e l’Unità pastorale della Presolana hanno organizzato un momento di preghiera per i defunti della pandemia e un momento di ringraziamento per tutti coloro che ci hanno aiutato e ci stanno aiutando. Nel rispetto delle normative anti contagio, la partecipazione sarà limitata agli stretti parenti dei defunti e agli invitati.

«Nel nostro Comune, nel periodo tra febbraio e maggio, abbiamo avuto 41 decessi, di cui 22 a Castione, 11 a Dorga e 8 a Bratto – spiega il sindaco di Castione, Angelo Migliorati -. Nel cimitero di Castione scopriremo un monumento in marmo alle vittime della pandemia, dove è incisa la preghiera che Ernesto Olivero ha dedicato ai nostri defunti. Seguirà poi la piantumazione di un cedro, simbolo di vita eterna, nel giardino della canonica. Nel cinema Cristallo consegneremo i diplomi di riconoscenza alle associazioni, ai gruppi di volontariato, ai villeggianti e alle oltre 100 persone che si sono impegnate con generosità a favore di noi tutti».

Il programma prevede alle 10 la messa nella prepositurale di Castione, alle 11 l’inaugurazione del monumento al cimitero di Castione, alle 11,30 la messa a dimora del cedro presso la canonica di Castione, alle 12 la consegna dei diplomi di riconoscenza.

A causa dell’evoluzione della pandemia, il programma della giornata è cambiato. Leggi qui.

Qui la puntata di Decoder dedicata al come fare memoria, con la partecipazione del prevosto di Castione della Presolana don Stefano Pellegrini.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here