Home Notizie Prime vaccinazioni contro il Covid alla Rsa di Clusone

Prime vaccinazioni contro il Covid alla Rsa di Clusone

Lo staff: Ds Guido Giudici, medico Giorgio Bani, coordinatrice Katya Krystaliova.

Questa mattina (7 gennaio) alle 9, presso la Rsa (Residenza sanitaria assistenziale) della Fondazione Sant’Andrea di Clusone, hanno preso il via le prime somministrazioni del vaccino BioNTech/Pfizer (autorizzato lo scorso 22 dicembre in Italia) contro il Covid-19. La Rsa baradella è la prima casa di riposo della Valle Seriana ad avviare l’iter vaccinale.

Ieri la Fondazione ha ritirato il primo slot da 198 vaccini e questa mattina si è iniziato dai “gioielli della struttura”, come ama chiamare gli ospiti il direttore Mirko Gaverini. In mattinata le prime 72 iniezioni. Per snellire le procedure è stato coinvolto un team di 6 persone. Tra 21 giorni il richiamo con la seconda inoculazione.

Attualmente presso la Fondazione sono presenti 108 residenti nella Rsa, la capienza massima è di 120, ma al momento l’ingresso di nuovi ospiti è sospeso. I dipendenti sono 188. 41 sono invece i posti presso la Casa albergo.

«Siamo la prima casa di riposo in Valle Seriana – afferma il presidente della Rsa Emiliano Fantoni – e una delle tre scelte su tutta la provincia di Bergamo. Per questo ringrazio Ats Bergamo e l’ASST Bergamo Est. Il personale coinvolto, 5 medici della Fondazione e la responsabile infermieristica (che ringrazio in quanto si è data da fare tantissimo in questi giorni), hanno effettuato un apposito percorso di formazione. Entro fine serata dovremmo riuscire a coprire quasi tutti gli ospiti. Sarà vaccinata anche la maggior parte degli operatori. Se dovessero avanzare dosi, inizieremo a vaccinare anche gli ospiti della Casa albergo. Ma al momento non siamo in grado di dire se vi sarà questa possibilità».

Emiliano Fantoni

«Dopo il richiamo tra 21 giorni – spiega Emiliano Fantoni -, vedremo con Ats quali saranno le nuove linee guida circa le modalità di incontro tra ospiti e parenti. Ci aspettiamo un alleggerimento delle misure».

L’emozione questa mattina è stata grande

«Io ho assistito da remoto – continua Fantoni – in quanto non avevo accesso al luogo deputato alla vaccinazione, ma le foto e i video che mi hanno inviato sono stati molto emozionanti. Un momento molto importante soprattutto per il personale: parliamo di persone che sono state in prima linea a marzo e ora si trovano davanti a una svolta storica».

Un servizio verrà trasmesso questa sera all’interno del telegiornale di Antenna2, canale 88 del digitale terrestre, ore 19.20.

2 COMMENTI

  1. Buonasera mi chiamo Muraro Graziano che vive in Premolo dopo 15 anni quale cittadino in Premolo. Vi faccio complimenti per MYVALLEY.IT, leggendolo tutti i giorni,da pochi giorni. Chiedo,cortesemente, una VS POSSIBILE RISPOSTA ossia quando avremo le VACCINAZIONI CON PIÙ RAPIDO TEMPO. Vi ringrazio moltissimo. GRAZIANO MURARO.

  2. Non solo Schilpario é scossa per la morte di Michela, io frequento parecchio Schilpario d’Estate e da parecchio, ed essendo un suo cliente durante tale periodo, la conoscevo.
    28 anni sono pochi troppo pochi, per fare quel viaggio che prima o poi tutti dovremo intraprendere.
    Spero che il posto dove sei tu ora Michela, sia almeno bello quanto Schilpario, é una magra consolazione, ma per un ateo come me, sapere che ora tu sei in un bellissimo posto, é già qualcosa…

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here