Home Notizie Medaglie d’onore anche per militari della divisione Acqui

Medaglie d’onore anche per militari della divisione Acqui

Sono 269 le medaglie d’onore per gli internati nei campi di lavoro nazisti che saranno assegnate alla presenza del Prefetto di Bergamo Elisabetta Margiacchi e del Rettore dell’Università degli Studi di Bergamo Remo Morzenti Pellegrini domenica 27 gennaio in Sant’Agostino in Città Alta.

Anche quest’anno la maggior parte delle medaglie verrà assegnata a persone della Valle Seriana (anche se alcune andranno in Valle Brembana, in particolare nei comuni di San Pellegrino, San Giovanni Bianco e Dossena).

Una quindicina di onorificenze sono per militari che hanno fatto capo alla divisione Acqui, purtroppo nota per le tristi vicende che si sono consumate tra Cefalonia e Corfù (sul fronte greco) dopo l’8 settembre 1943. 

Domenica verrà consegnata anche una medaglia d’onore alla memoria di Francesco Bellini, già ricordato per il recente ritrovamento della sua gavetta sul fondo del mare Egeo, fondali in cui si inabissò il Piroscafo Oria su cui si trovava (leggi di più qui).

Un riconoscimento sarà per un carabiniere: Luigi Beccarelli (1923) di Premolo. Uno andrà a Mario Bertocchi (1922) di Peia (arruolato in Marina).

Consegna medaglie a Bergamo in Sant’Agostino nel 2017

Con la cerimonia di domenica pomeriggio presso l’aula magna dell’Università saranno presenti numerosi primi cittadini orobici. Sono state affidate esecuzioni musicali al Conservatorio di Bergamo e al Coro Idica. Al Centro Teatrale Universitario il compito di leggere e interpretare alcuni brani legati alla Shoah (il 27 gennaio ricorre il Giorno della Memoria). L’arrivo dei parenti è previsto intorno alle 14.30. L’inizio della cerimonia alle 15.30.

La divisione Acqui

La divisione Acqui, oltre 11.000 uomini dislocati nel ‘43 tra Cefalonia e Corfù (isole strategiche per la possibilità di potere controllare l’accesso al golfo di Corinto), dopo l’8 settembre, quando i tedeschi iniziarono a occupare militarmente l’isola, opposero resistenza. Gli scontri durarono 9 giorni, ma senza supporto logistico e aereo, gli italiani vennero presto sopraffatti. Il 21 settembre la resa. Nonostante le convenzioni che assegnano diritti ai prigionieri, seguirono fucilazioni, in particolare degli ufficiali. 

L’elenco delle medaglie

Ecco i nomi delle persone a cui saranno assegnate le medaglie d’onore legate alla divisione “Acqui” (le medaglie saranno ritirate dai parenti in quanto nel frattempo scomparsi): Antonio Alborghetti (1916) di Trescore Balneario, Giuseppe Bergamelli (1921) di Pradalunga, Gio.Maria Bertocchi (1915) Peia, Domenico Bonazzi (1918) Gandino, Gregorio Borlini (1918) Oneta, Santo Colotti (1914) Onore, Giuseppe Cremaschi (1920) Trescore Balneario, Luigi Cuni (1918) Cene, Giuseppe D’Intorni (1920) Trescore Balneario, Mario Filisetti (1922) Ardesio, Giuseppe Franchina (1915) Casnigo, Mauro Gibellini (1921) Gorno, Camillo Maccari (1919) Gandino, Battista Milesi (1923) Baudin (F) e Lino Pelliccioli (1918) Pradalunga.

Noclador [CC BY-SA 4.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)], from Wikimedia Commons
Ci occuperemo delle vicende della divisione Acqui lunedì 28 gennaio con la trasmissione Target in onda alle ore 19 sul canale 88 del digitale terrestre. In studio interverrà Daniella Ghilardini, presidente della sezione di Bergamo dell’Associazione Nazionale Divisione “Acqui” e nipote di padre Ghilardini, cappellano della divisione Acqui.

3 COMMENTI

      • Grazie per la cortese risposta Andrea, c’é solo da sperare che i parenti oltre che ritirare le medaglie si impegnino nel preservare/tramandare la memoria di quanto avvenne nelle isole Greche alla Acqui. Loro si furono Eroi!

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here