Home Album of the week RAT ROAD – Light’Em Up

RAT ROAD – Light’Em Up

Secondo disco per i Rat Road, quintetto proveniente da Philadelphia, che conferma quanto di buono aveva proposto con il primo album “Do You Remember Rock n Roll” uscito un paio d’anni fa e che avevamo recensito proprio su queste pagine.

La band è formata da Mike Smith alla voce, Mark McCarty e Matt Flanigan alle chitarre, da LJ al basso e Elliot Howard alla batteria.

I Rat Road son una manna per chi ama le sonorità più classiche del rock’n’roll, soprattutto quelle che prendono spunto dalla scena australiana ( AC/DC ma soprattutto Rose Tattoo e The Angels, veri punti di riferimento per il quintetto americano ), come dimostra l’opener “Lightning Strikes” , in cui la voce di Smith non può non ricordare due icone come Bon Scott e Angry Anderson. “American Rock-n-Roll” è un altro mid-tempo di sicuro impatto, tra Junkyard e The Four Horsemen, mentre la title-track mi ha ricordato un’altra band americana di genere come i Rhino Bucket. “Memphis Belle” viaggia invece a velocità sostenuta, non sfigurerebbe per niente in un qualsiasi disco dei Rose Tattoo, come d’altronde anche “Sleep With The Saints”, altro pezzo notevole. L’attuale singolo invece, “Peacemaker ( Ballad of Tombstone)” è un roccioso hard rock’n’roll in cui spicca il lavoro della coppia di chitarristi che , quasi inutile sottolinearlo, hanno un suono perfetto per questo tipo di canzoni. Da segnalare sono sicuramente anche “Lone Wolf Rider”, dedicata ad un amico scomparso e che avrebbe strappato un sorriso anche al buon Bon Scott e “Come With Me”, strisciante rock’n’roll da applausi. Nelle note interne il buon Mike Smith scrive “Rock’n’Roll Will Never Die” , e finché esisteranno band come i Rat Road mi sento di essere assolutamente d’accordo. Per avere il cd è possibile scrivere direttamente alla band tramite il sito ufficiale o dalla pagina facebook, consigliato a chi ama le sonorità e le band citate sopra.

 

 

 

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here